Patrick Thaler ©Agence Zoom

Patrick Thaler lotterà contro il tempo. Infatti, gli accertamenti effettuati dal dott. Andrea Panzeri a Como al ginocchio destro dell’eterno slalomista azzurro hanno confermato l’iniziale diagnosi della risonanza magnetica effettuata presso l’ospedale di Bolzano che parlava di un trauma distorsivo con lesione del collaterale mediale di secondo grado.

ST. MORITZ – Thaler si è trasferito a Parma presso la struttura del fisioterapista ed osteopata Luca Caselli per cominciare la riabilitazione. L’eterno Thali cercherà di essere disponibile per lo slalom dei Mondiali, anche se al momento, la sua convocazione non è ancora ufficiale. Infatti sicuri ci sono Manfred Moelgg e Stefano Gross. Il regolamento parla di almeno una top 8 da centrare e al momento Patrick Thaler (nono miglior risultato), Giuliano Razzoli undicesimo e Tommaso Sala tredicesimo sono tutti e tre ancora in lizza. Ma Patrick sembra avvantaggiato, anche perché oltre al nono posto di Campiglio, in alcune gare, sebbene parzialmente come il quinto posto della prima manche a Wengen, ha dimostrato di essere competitivo. Aspettiamo domenica le convocazioni del dt Max Carca.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.