Campiglio Live – Le immagini di Thali prima della ricognizione

Patrick Thaler si ‘allunga’ prima della ricognizione. Un pranzo veloce ma corroborante e gli ultimi momenti prima della ‘rico’ sono dedicati allo stretching. Il ‘nonno’ di Sarentino aspetta lo slalom di Campiglio e ha una gran voglia di lasciare il segno. ‘Thali’ una volta avrebbe prediletto il ripido e quindi lodato in maniera eccezionale il Canalone Miramonti, ma oggi, che è più maturo e soprattutto più continuo ad alto livello, va forte dappertutto. Conosce il pendio, i segreti, i trucchi per domarlo al meglio.

SERENITA’ E DETERMINAZIONE – Intanto, fra un esercizio e l’altro, ha il tempo di affermare: «Sono davvero sereno ma allo stesso tempo determinato. A Levi ottimo quinto, ad Aare decimo nonostante diversi errori. La rifinitura per Camiglio è andata bene, sono pronto. Di Campiglio ho un ricordo particolare che risale a non tanti anni fa. Era il 2010, ho vinto uno slalom di Coppa Europa. Quel successo mi ha dato la forza di continuare. Stavo attraversando un momento difficile, poi sono ripartito, ora da un paio di stagioni almeno primeggio con i big». Thaler si ributta sulla gara: «Oggi? Obiettivi? Se non sbaglio so che posso star davanti, molto davanti». Non lo dice Patrick ma lo sente dentro…l’obiettivo è tornare sul podio. Già, sarebbe fantastico…