VAL GARDENA LIVE – Due impianti aperti, due piste aperte (gara e riscaldamento), tutto il resto è fuori servizio. Impianto di innevamento programmato fermo a indicare che la stagione non parte. Eppure oggi è il giorno della discesa sulla Saslong, tirata a lucido dagli uomini del comitato organizzatore. Mancano pochi minuti alle 9, gli atleti stanno per iniziare la ricognizione ma le normative Covid-19 impongono che la press inspection finisca allo stesso orario in cui gli altri entrano in pista. Bolle di colori diversi, imperativo non incrociarsi mai. E così anche la ricognizione non è più come quella di una volta, quando riuscivi a incrociare gli atleti, a percepire alcune sensazioni, a scambiare una rapida battuta con gli allenatori. 

In pista ci sono però già gli addetti ai lavori che puliscono la traccia della discesa. «Circa una quarantina» racconta un uomo che rastrella fuori il mucchio di riportata. La neve non è ghiacciata, serve avere la massima scorrevolezza per poter fare la differenza e non perdere mai velocità. Pane per i denti degli Attacking Vikings che oggi sono di nuovo i grandi favoriti della discesa sulla Saslong. Il primo dei 61 concorrenti a partire sarà lo svizzero Urs Kryenbuehl, seguito dall’americano Travis Ganong e dal norvegese Kjetil Jansrud; pettorale 7 per Kilde, poi 17 Paris, 18 Innerhofer, 23 Marsaglia, 32 Buzzi, 38 Cazzaniga, 52 Bosca e 53 Schieder. Partenza alle 11,45.