Sulla Olympiabakken l’ultima di Heel in Coppa del Mondo: «E’ stata una magica avventura»

Taglia il traguardo della Olympiabakken di Kvitfjell. Nella finish area si catapultano i suoi compagni di squadra e anche i suoi colleghi stranieri. Lo innondano di spumante e birra, mente lui alza le braccia al cielo e forse per qualche secondo ripensa a questi infiniti, lunghissimi 18 anni di Coppa del Mondo. Ha detto basta il trentasettenne velocista della Val Passiria. Ha chiuso un cerchio proprio sulla sua Olympiabakken, che lo ha visto quattro volte sul podio (10 podi totali in carriera). L’ultima volta quattro anni fa sul podio norvegese: terzo in discesa. Tre i trionfi: due in superG (Gardena e Aare nella stagione 2009) e una discesa, Kvitfjell 2008. Una carriera eterna, fatta di polvere e altare, di gioie e dolori, di vittorie e sconfitte. Un duro a morire, un lottatore. Una carriera fatta anche di incomprensioni, come quando nelle ultime stagioni dove non voleva mollare ha affermato di sentirsi abbandonato dal suo mondo. Werner oggi ha tagliato per l’ultima il traguardo in Coppa del Mondo. 

ECCO WERNER – Eccolo a caldo, un fiume di ringraziamenti: «Ho vissuto momenti mozzafiato e ho incontrato innumerevoli persone che mi hanno ispirato, vedendo posti meravigliosi. Ora è arrivato il momento di aprire un nuovo capitolo della mia vita, con gioia e speranza. Dopo 205 gare di Coppa del mondo ecco la mia ultima volta, che ho vissuto con orgoglio e malinconia, nella consapevolezza che sia la cosa giusta da fare». Ancora Heel: «Un pensiero speciale, il primo, alla mia fidanzata Manuela, al fan club, ai compagni di squadra, ai tutti i tecnici, allo sci club Passeier, alla Fisi e alla Fiamme Gialle. E poi agli sponsor, alle aziende di tutti i materiali, indispensabili per i miei successi». 

Altre news

Livigno, il giorno del gigante del Master istruttori: ecco i 103 al via

LIVIGNO - Ci siamo. Oggi è il giorno del gigante prima prova per accedere al Master istruttori nazionali di sci alpino. Il gigante odierno non è solo una selezione, non è esclusivamente il primo ostacolo per accedere al Master...

È uscito Race ski magazine 176, incentrato sui grandi eventi giovanili di fine stagione

La stagione agonistica 2023/2024 è in archivio, ormai tutti i circuiti si sono chiusi, anche se qualche atleta, soprattutto di alto livello, è ancora in pista per sfruttare le condizioni, testare materiale e affinare il gesto tecnico. Com’è andata...

Kitzbühel e Sestriere, EA7 Winter Tour a tutta

Il viaggio continuo, che entusiasmo EA7 Winter Tour: dappertutto, ovunque. Da appiausi per gestione, organizzazione, offerta. E sulle Alpi non poteva mancare la tappa mitica in Austria  a Kitzbuehel. Posizionati in area Sonnenrast, l’igloo EA7 ed il gatto delle...

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...