Svizzera, Corea, Stati Uniti. Il giro del mondo è stato completato in meno di dieci giorni per le atlete di Coppa del Mondo, che venerdì e sabato gareggeranno a Squaw Valley, in California, Stati Uniti, dove è cresciuta Julia Mancuso, prima di recarsi domenica ad Aspen, in Colorado, per l’ultima settimana di gare in stagione. Il resort situato a North Lake Tahoe, in un paesaggio spettacolare, è uno dei più famosi d’America e sarà ravvivato da numerosi eventi collaterali in calendario nel corso delle giornate di gara. Previsioni  buone più o meno sempre fino a sabato, in paese è caduta tantissima neve, martedì la pista è stata barrata e quindi comunque è in ottime condizioni.

16299439_1538760946138325_980632304370844647_n

CALIFORNIA – La Coppa del Mondo ritorna a Squaw Valley, sede dei Giochi Olimpici 1960, quasi 50 anni dopo l’ultima volta, slalom e gigante maschile e femminile disputati tra il 28 febbraio e l’1 marzo 1969, mentre la California rientra sulla mappa del Circo Bianco 19 anni più tardi. Con l’aggiunta di Killington, che ha ospitato una tappa femminile lo scorso novembre (gigante e slalom), e considerando anche le Finali di Aspen, saranno 16 in totale le gare disputate negli Stati Uniti al termine della stagione 2016-2017 (o meglio, sarebbero dovuto essere 16, con le tre di Beaver Creek). A Squaw Valley sono cresciuti atleti del calibro di Julia Mancuso, Travis Ganong (che tutt’ora vive a Lake Tahoe con la fidanzata Marie-Michele Gagnon), Marco Sullivan e tanti altri.

Julia Mancuso a Squaw Valley
Julia Mancuso a Squaw Valley

RED DOG – Attenzione alla pista, che si annuncia spettacolare (circa 1’10” di gare per il gigante), una delle più belle in assoluto dell’intera Coppa del Mondo femminile, per altro sempre la stessa con qualche modifica recente, che ospitò i Giochi del ’60 e le gare di Coppa del 1969. Si chiama Red Dog, parte e termina in pendenza, ma presenta diversi cambi di ritmo e molti movimenti, dipanandosi quasi interamente dentro il bosco. Lo slalom si terrà nella parte finale del tracciato, il cui muro conclusivo (“The Dog Leg“) può essere interamente ammirato dal traguardo. Venerdì 10 marzo gigante, sabato 11 slalom. Gli ultimi prima delle Finali, con orario in entrambi i casi alle 19 e 22 italiane.

 

NUMERI – A Squaw Valley sono attesi 90 atleti di 19 Nazioni e 450 volontari. Le azzurre già presenti in Corea (Federica Brignone, Sofia Goggia, Marta Bassino, Elena Curtoni e Francesca Marsaglia), hanno viaggiato alla volta della California atterrando a San Francisco, per poi trasferirsi nella località sede di gara nella giornata di martedì 7 marzo.

Goggia, Brignone, Curtoni e Bassino a San Francisco (@Pag. FB ufficiale Brignone)
Goggia, Brignone, Curtoni e Bassino a San Francisco (@Pag. FB ufficiale Brignone)
Goggia, Marsaglia, Curtoni, Bassino e Brignone a San Francisco (@Pag. FB ufficiale Goggia)
Goggia, Marsaglia, Curtoni, Bassino e Brignone a San Francisco (@Pag. FB ufficiale Goggia)

USA

VIP PASS

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.