Horst Demetz, Hannes Trinkl, Markus Waldner, Rainer Senoner e Giorgio Callegari

Visita in Val Gardena da parte di Markus Waldner e Hannes Trinkl in vista delle gare di Coppa del Mondo che si terranno il 20 e il 21 dicembre. Assieme al presidente del comitato organizzatore Rainer Senoner e al direttore pista Horst Demetz, hanno colto l’occasione per confrontarsi sulla precedente edizione e di parlare delle novità previste. L’incontro è iniziato con un’analisi minuziosa dell’edizione scorsa da parte del direttore gare Fis Markus Waldner: ha fatto un riassunto positivo sia della situazione pista che sulla qualità della neve, sottolineando l’ottimo lavoro del comitato organizzatore anche con le temperature alte a dicembre. Soprattutto i soccorsi dopo la fatale caduta dell’atleta svizzero Marc Gisin sono stati lodati dalla FIS e sia l’intervento dell’elisoccorso che anche i primi soccorsi dell’equipe medica sono state prese come caso di studio per altri organizzatori di gare di Coppa del mondo. «È sempre molto bello incontrare i colleghi gardenesi non soltanto perché mi sento a casa, ma anche perché trovo molta serietà e professionalità nel lavoro che svolgono da più di 50 anni a questa parte», così Waldner.
Rainer Senoner, presidente del Saslong Classic Club, ha ribadito che anche se le edizioni passate sono state un successo, c’è sempre margine di miglioramento e in questi mesi sono già iniziati i lavori per le prossime edizioni. «Le novità previste per quest’anno sono molteplici, iniziando dallo spostamento della  verso il Sassolungo». L’omologazione del tratto è già stata predisposta e anche da parte della Fis è stato dato l’ok. «La partenza sarà ancora più tecnica e scorrevole e le immagini del panorama dolomitico ancora migliori. In più la nuova posizione può essere ottimale anche per una futura edizione di discesa sprint», questi i vantaggi spiegati da Senoner.
Horst Demetz, direttore della pista elenca gli investimenti fatti tra impianti d’innevamento e nuovi sistemi di sicurezza. «Il nuovo impianto d’innevamento realizzato dalla società Saslong Spa ci permetterà di produrre fino al 30% di neve in più nello stesso lasso di tempo. È una cosa fantastica per garantire un innevamento perfetto già a dicembre. Inoltre, possiamo garantire ancora più sicurezza agli atleti grazie al rinnovo di tutte le reti A e gli airfence sull’intera pista»
E proprio la sicurezza è un tema cruciale del sopralluogo della FIS, dopo la brutta caduta sulle Gobbe del Cammello lo scorso anno. «Assieme al comitato organizzatore dell’Alta Badia abbiamo provveduto a stipulare un nuovo accordo con Aiut Alpin. Quest’anno ci sarà un secondo team di elisoccorso riservato prettamente alle gare di Coppa del Mondo, senza compromettere i soccorsi in tutta la provincia o dover interrompere le gare» conclude il presidente Senoner.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.