La riunione di giuria a Santa Caterina

Ci risiamo. La Valfurva però questa volta ci ha accolto bianca, più invernale rispetto ai giorni della discesa vinta da Theaux, sulla carta, ma nella sostanza dal nostro Innerhofer. Dopo lo slalom femminile archiviato con l’ennesima debacle italiana, domani tocca ai ragazzi delle porte strette. La compagine di Stefano Costazza e Simone Del Dio gareggerà alle 10 nella prima manche sulla Deborah Compagnoni. Sono otto gli azzurri in cerca di gloria sul pendio valtellinese per il terzo slalom di Coppa del Mondo 2016 che recupera quello cancellato sulla collina croata di Sljeme a Zagabria. Gli occhi puntati sono su Giuliano Razzoli, anche se gran parte del team azzurro ha le carte in regola per giocarsi, se non il podio, un posto al sole nella top ten.

PAROLA A MOELGG, RAZZOLI E GROSSManfred Moelgg, dopo il settimo e ottavo posto delle prime due gare, è dato ancora in crescita. Eccolo, domani con il numero 19: «Sto bene, la forma cresce. Io tuttavia non vado al cancelletto di partenza per un piazzamento, seppur onorevole, ma cerco sempre il massimo». Dicevamo di Razzo, al via per nono: il reggiano, quarto a Campiglio a 8 centesimi dal giovane austriaco Schwarz e sfortunatissimo in Val d’Isere a causa di un palo finito sulla traiettoria di gara, cerca il podio: «Sono determinato e pronto per tornare sul podio. Peccato solo non aver fatto allenamento sulla pista di domani a fine anno perchè ero fermo a riposo precauzionale a causa del mio ginocchio ancora un po’ infiammato». Ha una voglia matta di far bene quel terribile folletto di Stefano Gross, trionfatore l’anno scorso ad Adelboden dove si gareggerà domenica, al via con il numero 1: «La pista non è proprio idonea alle mie caratteristiche, ma adesso è venuto il momento dopo due prove incolori di andare a tutta. Siamo a gennaio, il mese dello slalom, non bisogna risparmiarsi». Inoltre al via Patrick Thaler, Riccardo Tonetti, Andrea Ballerin, Tommaso Sala e Roberto Nani.

TRACCIATURA E ORARI – Traccia la prima manche l’americano Garner (la seconda Matteo Joris): slalom non particolarmente angolato e le porte aperte sono state disegnate con una distanza di circa 10,5 metri. Nella riunione di gara, l’inossidabile Markus Waldner snocciola gli orari dello slalom griffato BEST con i ruoli sulla Compagnoni confermati dalla discesa con il direttore di gara Omar Galli e direttore di pista Tino Pietrogiovanna. Ricognizione ore 8.15. Prima manche 10, seconda 13.

START LIST

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.