Federica Brignone ©Agence Zoom

Scende qualche fiocco di neve a Sestriere, ma in tarda serata dovrebbe smettere. Il manto nevoso è però duro e ghiacciato, con un buon grip, dicono gli allenatori e gli atleti che sono stati in pista. Il lavoro degli organizzatori è stato incessante: la pista è stata barrata quattro volte per creare un manto omogeneo. «Una pista durissima, sembra di essere su una pedana vibrante – dice Federica Brignone -. L’unico modo per fare un bel risultato è andare a tutta». Brignone parte con il pettorale di leader della classifica di gigante e proverà a cancellare l’uscita di pista del 2016.

A fare il tifo alla valdostana e a tutte le azzurre ci saranno tantissimi tifosi. Si parla di 20.000 pronti a invadere il parterre. Un primo giro di sciata in pista molto difficile, con condizioni di luce non ideali. Poi tutto è migliorato. «Ne ho approfittato per ripassare i dossi». Lei a Sestriere si allena spesso a fine stagione, quando arriva con il team di Rossignol per i test materiali. Metterà in campo tutta la sua grinta e la sua determinazione per sfidare ancora una volta l’americana Mikaela Shiffrin, che comanda in classifica generale, ma che insegue in quella di specialità. 

Ci sarà anche la cuneese Marta Bassino che proverà a infilare la stoccata vincente davanti ai suoi tifosi. «Sarà una grande festa dello sci, davanti a tanti tifosi italiani – dice -. Arrivo da un periodo veramente favorevole e non mi voglio fermare, siamo pronte a dare tutte il 110% per raggiungere un altro bel risultato perché la squadra sta salendo di tono».

Marta Bassino ©Agence Zoom

Sofia Goggia su questa pista, nel 2016, conquistò il suo secondo podio in gigante. «Il fondo è durissimo, bisognerà solo aprire il gas, le condizioni saranno ottime dal numero 1 fino all’ultima concorrente». La squadra italiana arriva da due giornate di allenamento ad Artesina. Due grandi giornate dedicate al gigante e al gigante parallelo, gara in programma domenica. «Ringrazio gli allenatori che l’hanno preparata nel migliore dei modi – aggiunge Goggia -, sfruttando delle ottime condizioni per presentarci qui al meglio».

Sofia Goggia ©Agence Zoom

In pista, per l’Italia, ci saranno anche due atlete che ben conoscono questo tracciato: Francesca Marsaglia e Valentina Cillara Rossi. E poi ancora Laura Pirovano, Karoline Pichler e la veterana azzurra Irene Curtoni.