Senoner: «Mondiali Gardena 2029 occasione di promozione dello sci»

Archiviata la Coppa del Mondo maschile, il Saslong Classic Club guarda con estrema fiducia alla decisione della Federazione Internazionale Sci (FIS) in merito all’assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. La Val Gardena è pronta. A giugno dovrà superare la concorrenza di Soldeu (Andorra) e Narvik (Norvegia) e nella vallata ladina si aspetta questa data che assegnerebbe la rassegna iridata dopo 59 anni.

Rainer Senoner, presidente del Saslong Classic Club, fa sapere: «Ora che la tappa di Coppa del Mondo è alle spalle, ci buttiamo su questa avventura con determinazione. Aspettiamo la decisione finale, intanto crediamo di aver fatto tutte le cose in maniera efficace fra dossier presentati e soprattutto avendo mostrato sul campo il nostro valore. La Coppa del Mondo quest’anno è stata una tappa che andata via liscia senza problemi. A differenza di altre località, non abbiamo avuto nessun tipo di problema di neve, di meteo ed altre questioni. Così team, tifosi, Fis, opinione pubblica, hanno apprezzato il nostro lavoro. Se poi ci mettiamo la vittoria del nostro Paris ecco la ciliegina sulla torta…».

Senoner è pronto a scatenare la grandiosa macchina organizzativa in campo per l’evento mondiale. Continua il dirigente gardenese: «Da circa 350, a conti fatti sfioreremo le 1000 unità che saranno impegnate nei Mondiali 2029. Sarà un enorme sforzo organizzativo, siamo pronti e viviamo queste settimane che ci dividono dalla scelta dei votanti con trepidazione ma anche con fiducia. I Mondiali in Val Gardena saranno abbinati a Sud Tirol, a dimostrazione che vogliamo lanciare proprio il brand del nostro territorio. Tirare in mezzo a pieno titolo la Val Gardena e l’Alto Adige ma non solo. I Mondiali dovranno infatti essere un altro evento fondamentale per la promozione del nostro sport in Italia. C’è bisogno, c’è necessità sempre di questo aspetto, Mondiali 2029 insomma come lancio ed investimento sul mondo sci nel nostro Paese».

Altre news

Odermatt in Colorado fa 11 di fila: battuti Meillard e McGrath. Anche noi sorridiamo: De Aliprandini 5°, Vinatzer 6°

E sono 11 di fila. Chi ferma Marco Odermatt? Il fuoriclasse elvetico fa paura. Sulla Strawpile  di Aspen rischia ma vince. Qualche imprecisione nelle porte iniziali, poi un errore di linea e l'ultimo intertempo dietro a Meillard di 8...

1a run Aspen: Odermatt davanti ma Steen Olsen e Meillard vicini. 8° Vinatzer, 9° De Aliprandini

Prima manche ad Aspen per il primo dei due giganti in programma. E chi è davanti? Il solito Marco Odermatt ovviamente. Però dietro non sono lontani: a 12 centesimi dallo svizzero c'è il norvegese Alexander Steen-Olsen e a 19...

Kvitfjell: niente prove, salta la discesa. In Norvegia doppio superG femminile, si recupera una gara della Val di Fassa

Cambia il programma della Coppa del Mondo femminile, che continua a lottare contro il maltempo. Neve, nebbia e pure pioggia nella parte bassa stanno complicando i piani di Kvitfjell, dove questo fine settimana si sarebbero dovute svolgere una gara...

Coppa Europa, Asja Zenere vince il superG in Val Sarentino

Stoccata vincente di Asja Zenere nel superG di Coppa Europa in Val Sarentino: prestazione in rimonta dell’azzurra che con il best crono negli ultimi due settori sale sul gradino più alto del podio, precedendo di 35 centesimi l’austriaca Magdalena...