Giovanni Borsotti ©Agence Zoom

Lo avevamo anticipato, ora è davvero ufficiale. Finalmente gli azzurri di Coppa del Mondo. Sembrava impossibile, quasi un ruolo stregato per Alessandro Serra la responsabilità di una formazione fra le squadre maggiori. Invece, dopo l’esilio finlandese, ecco il ritorno in Italia del valsusino classe ’73. Dopo una stagione senza podi è stato deciso di affidare ad Alessandro «Capitan Futuro» Serra il team del gigante. Un compito difficile, insidioso, ma allo stesso una sfida decisamente affascinante. Dopo alcune stagioni torna la mitica «Serra Armada», quella delle vittorie in Coppa Europa e dei posti fissi, quella di una squadra C che si metteva al collo a ripetizione medaglie ai Mondiali junior.

NELLO STAFF MUZZARELLI – Così il tecnico di Cesana Torinese ritrova nello staff il fedele Ruggero Muzzarelli: il modenese di Fanano è una spalla importante per il Capitano, che va ad affiancarsi a Devid Salvadori. E poi i suoi ragazzi. C’è da accompagnare sul podio il più in fretta possibile Luca De Aliprandini, da far risorgere Roberto Nani, da far ritornare competitivo dopo periodi di stop obbligati per infortuni Giovanni Borsotti, da portare ancora più su Riccardo Tonetti. E poi Giulio Bosca, che ha allenato ai tempi della nazionale giovanile, quindi quell’ Alex Hofer che è esploso l’anno scorso. Quanti ricordi, quante soddisfazioni, ora tuttavia è necessario ripartire e continuare a proseguire quel sogno fermato da errori grossolani di gestione, abbagli tecnici e infortuni. I suoi ragazzi non vedono l’ora. Intanto primo appuntamento sugli sci a luglio: sede e date ancora da definire.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.