Giuliano Razzoli ©Pentaphoto

Ha cambiato materiali a stagione in corso. Ha lasciato Voelkl per approdare, anzi ritornare, a Fischer. Giuliano Razzoli chiude settimo e fa segnare il miglior risultato stagionale. «A volte cambiare fa bene alla testa – dice -. Gli sci che avevo vanno bene, lo dimostrano i risultati degli atleti, ma non si adattavano alla mia sciata. Ringrazio l’azienda che mi ha permesso questo cambio in corsa». Sono sedici i centesimi che separano Razzoli dal podio: «Un po’ mi brucia, ma bisogna sempre sudarselo». E poi parla di Braathen e dei giovani: «Ci sono e vanno forte è bello ed è giusto così – dice -. Tengono giovani anche noi perché per tenere il ritmo dobbiamo dare il massimo. Ci sono i giovani e i meno giovani che comunque regalano soddisfazione a tutti gli amanti dello sci». 

Ora il circo bianco si sposta a Schladming per la Night Race. «Ci arrivo con qualche incognita, bisogna adattarsi ancora un po’ con questi nuovi materiali, ma arriverò con una bella sciata ed è proprio quello che volevo: ci riproverò».