Ravetto: "Non siamo competitivi, credevo meglio"

«Innerhofer non sta ancora bene, Fill poco regolare. Aspetto l'Europa»

Claudio Ravetto, da direttore tecnico lungimirante quale è, non ci gira tanto intorno: «Un primo bilancio dopo la trasferta nordamericana per quel che riguarda la velocità? Credevo meglio, non siamo competitivi come svizzeri, austriaci e americani. Forse non ci siamo allenati al meglio, nel senso che abbiamo fatto poca discesa a causa delle condizioni meteo, ma non vuole essere una scusa. Ai Mondiali eravamo noi quelli da battere, dopo la pausa estiva ora siamo a rincorrere. Tuttavia aspetto le gare europee. Christof Innerhofer non sta ancora bene, ha ancora qualche giramento di testa. Come linee è sempre brillante, efficace, ma non attacca come sa, sembra un apripista, non spinge. E’ normale, ma tecnicamente c’è eccome. Peter Fill è in forma, ma manca ancora di regolarità. Tuttavia sono contento di Peter, come anche delle belle prove che hanno fatto vedere Siegmar Klotz e Matteo Marsaglia. Gli altri giovani sono un pò indietro come anche Werner Heel. Insomma, siamo indietro, anche se buone cose si sono viste». Domani c’è il gigante…

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE