Prima manche: la voce delle protagoniste

e

È una Mikaela Shiffrin un po’ raffreddata quella che comanda dopo la prima manche dello slalom olimpico. «Non è il massimo essere raffreddata e me ne sono accorta a metà gara: non riuscivo proprio a respirare con il mio naso – ha detto la statunitense -. Non è facile ma ognuno ha le sue sfide e sono felice di essere qui». Mikaela si è anche soffermata sulla sua discesa e sulla tracciatura: «Non è particolarmente complicata, solo che ci sono le porte un po’ più vicine perché il pendio è più corto, credo che siano a 9-10 metri mentre di solito siamo a 10-11 metri. Ho sciato abbastanza solida, non avevo un piano particolare ma solo di essere veloce, di muovere il piede più veloce degli altri e l’ho fatto. La neve per le prime era un po’ instabile, come se si sbucciasse, mentre chi è scesa dopo ha trovato i binari».

MARIA HOEFL-RIESCH – «Sono soddisfatta della mia manche, ho avuto la fortuna di avere un pettorale basso perché la neve non tiene troppo, hanno salato bene ma già dopo di me si formavano i binari, la seconda manche sarà una vera battaglia. Sono stata proprio male nei giorni scorsi e per questo non ho fatto il gigante, mi sono presa un altro giorno di riposo in più e allenata ieri, ma non mi sento ancora molto bene».

NASTASIA NOENS – «Sono vicina alle migliori, ho fatto bene anche se avrei potuto essere più veloce sotto, devo sfruttare la seconda manche, che sarà molto equilibrata e soprattutto non pensare troppo».

BERNADETTE SCHILD – «Una buona manche, sopra la neve era molto molle e mi ci è voluto un po’ a trovare a giusta posizione ma il quarto posto mi va bene per il momento. Mia sorella (Marlies, ndr) si trova bene sul ghiaccio, si è allenata una vita su neve dura e qui è in difficoltà mentre Mikaela Shiffrin ha fatto una manche perfetta, ha sciato facile e senza errori, sembrava volare».

Altre news

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...

I norvegesi ripartono dal Trentino

Anche quest'anno la Nazionale norvegese ha scelto il Garda Trentino per il ritiro estivo, con allenamenti tra il Lago di Garda e le Dolomiti della Paganella. Dal 19 al 24 maggio, undici atleti ed i loro tecnici hanno sfruttato...

Pronte le squadre del Comitato AOC

Definite le squadre del Comitato AOC. Linea di continuità con la conferma degli allenatori Alberto Platinetti per il settore femminile, Ruggero Barbera per quello maschile e Alessandro Roberto in affiancamento per entrambe le squadre. Il responsabile Oriano Rigamonti ha...