Petra Vlhova ©Agence Zoom

Che il tracciato sia dritto o che giri di più in questo momento Petra Vlhova ne ha di più di Mikaela Shiffrin. E la slovacca vince anche lo slalom di Flachau. Di poco ma vince. E la rivale questa volta non è stata la statunitense: il disegno della seconda manche del suo coach, Mike Day, ha favorito soprattutto la potenza della svedese Swenn Larsson che ha firmato il best crono, ha rifilato 67 centesimi alla slovacca che alla fine è comunque salita sul gradino più alto del podio di un decimo. Terza Mikaela Shiffrin a mezzo secondo. Tallonata anche da Wendy Holdener, l’unica con Swenn Larsson a rimanere sotto il minuto di gara, che ha chiuso quarta a 30 centesimi dal podio. Quinta l’austriaca Liensberger che scala così una posizione. In casa azzurra la migliore è stata Irene Curtoni che mantiene la tredicesima posizione, primi punti in Coppa del Mondo per Marta Rossetti, ventiduesima con il settimo tempo della seconda manche, dopo il trentesimo della prima. «Una grande soddisfazione, sono felicissima per oggi, anche se è solo l’inizio».

Marta Rossetti ©Pentaphoto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.