Sofia Goggia ©Agence Zoom

Sofia Goggia si affida ai social per gridare tutto il suo dispiacere e l’ennesimo difficile momento che sta attraversando. «Dopo trenta ore credo di avere finito le lacrime ma il tremendo dolore, misto all’enorme dispiacere, rimane dentro di me forte, fortissimo, assieme a un cuore che continua a dimenarsi, urlando e gridando tacitamente. Sono le urla di quella sensazione di impotenza a bordo pista, quando ho capito che la stagione era finita, è lo sguardo del mio skiman che non riuscivo a sostenere pensando al sogno spezzato ma è anche l’amore delle mie compagne quando mi hanno circondata in un abbraccio di gruppo tutte insieme nella reception dell’hotel prima che tornassi in Italia: prendo tutto e lo porto con me».

Ieri, prima dell’ultimo superG di Garmisch, tutte le ragazze italiane hanno avuto un pensiero per la campionessa bergamasca che dovrà guardare i Mondiali alla televisione. «Le cose vanno come devono andare per destino, coincidenze e scelte; voglio pensare che nulla, nulla accada mai per caso e che tutto contribuisca al compimento del disegno di ognuno di noi: è sempre stato così, e lo sarà ancora. 

In quell’ottica fino a ieri c’erano i Mondiali: mi sento a pezzi». Sofia Goggia intanto è stata operata per togliere la placca dal braccio sinistro, che si è infortunata lo scorso anno sempre sulla pista di Garmisch.