Opening Solda, stoccate vincenti di Canins e Lorenzi in slalom

SULDEN/SOLDA LIVE  – Il vento dell’alba nel corso della mattinata è calato ed è venuta fuori una giornata di sole e agonismo. Dopo il gigante ecco lo slalom Fis sulle nevi altoatesine di Sulden am Ortler /Solda all’Ortles organizzate dallo sci club Livata:  ancora uomini e donne in pista, con i primi per il secondo atto del Gran Premio Italia Senior. E a questo proposito è doppietta GPI per il finanziere badiota Matteo Canins che si impone anche per quel che riguarda la generale (ieri in gigante secondo dietro all’Aspirante francese Vitale).

Course name, Madriccio 4

OUT SACCARDI, KASTLUNGER E PIZZATO SUL PODIO – E’ stata sfida ladina per la vittoria: per un niente, 9 centesimi, perde la prima piazza il marebbano della superB Tobias Kastlunger. Terza piazza per l’azzurrino Stefano Pizzato: bella prestazione in rimonta nella seconda manche per il 2003 padovano che chiude a 76 centesimi dalla testa della classifica. Deraglia il B Tommaso Saccardi dopo aver chiuso in testa la prima sessione. Quarto posto per Lorenzo Moschini dell’Esercito, secondo GPI Senior. Poi ancora il gruppo Coppa Europa. nell’ordine Matteo Bendotti, Corrado Barbera e Gianlorenzo Di Paolo. Ottavo Davide Seppi della C, nono il carabiniere Riccardo Allegrini che è terzo nel GPI. Chiude la top ten Manuel Ploner della B. Nei 15 altri due italiani della squadra C: 12° Pietro Motterlini e 14° Fabio Allasina. «Un prova di carattere di Pizzato, una seconda manche soprattutto di livello che è da stimolo per gli altri ragazzi che in allenamento sono vicini. Ora lo aspettiamo anche in gigante. Bene anche Seppi, Motterlini e Allasina, una prova positiva oggi per il team», fa sapere Alexander Ploner, coach degli azzurrini.

Sentieri e Ploner, tecnici della C maschile

GUARDA LA CLASSIFICA DELLO SLALOM MASCHILE DI SOLDA

Lorenzi fra I coach Bagnasacco e Nani

DERAGLIA GIORDANO, VINCE LORENZI SU MARCORA. IN MOSTRA LE ASPIRANTI BIELER E COLLOMB  – Fra le ragazze brilla Lucrezia Lorenzi sulla Madriccio 4. Esce Flavia Diletta Giordani, carabinieri, così la portacolori dell’Esercito ha gioco facile. Seconda la Senior Carlotta Marcora a 1.09, Bormio Alpi Centrali. Sul gradino più basso del podio la svizzera Anuk Braendli. A seguire ancora due straniere quarta la tedesca Lisa Loipetssperger, quinta la francese Garance Meyer. Sesta la nostra azzurrina Francesca Carolli: bella prestazione per la 2004 abbruzzese. Settimo tempo invece per la francese Annabel Jallat, ottava un’altra C, Ambra Pomare. Chiudono le prime dieci le atlete Aspiranti Asiva: nona Tatum Bieler del Gressoney e decima Giorgia Collomb, addirittura al primo anno di categoria, del La Thuile. «Buona prestazione per la Carolli e anche l’altra 2004 Pomare. La prima ha ancora poca fiducia per l’infortunio di un anno e mezzo fa, ma migliora passo dopo passo. Ieri in gigante secondo tempo di manche, oggi terzo», fa sapere Gianluca Grigoletto, allenatore della nazionale giovanile. Undicesima un’altra atleta del Grigo, Giulia Valleriani. Nelle 15 anche Cecilia Pizzinato del Courmayeur e Matilde Vianello, trentina del Città di Rovereto.

Grigoletto, coach delle azzurrine

GUARDA LA CLASSIFICA DELLO SLALOM FEMMINILE DI SOLDA

Andrea Truddaiu, coach squadra B

ORGANIZZAZIONE BY LIVATA – Si chiude così la due giorni di Solda, il tradizionale primo atto della stagione. In cabina di regia sempre il sodalizio romano del Livata. «E’ sempre un onore organizzare una rassegna di questo tipo, il primo atto Fis del calendario italiano. Livata, oltre a risultati agonistici rimane un riferimento per l’organizzazione di eventi sul campo e la nostra storia nell’ultimo decennio lo dimostra. Uno staff collaudato che opera con grande professionalità, un team che sul campo dimostra competenza. Il Livata, sposando la linea della federazione, è attivo per allestire rassegne di livello nazionale improntate per dare una mano concreta all’attività giovanile. Nonostante il periodo post-covid e i rincari vari, non molliamo e ci mettiamo a disposizione. Competenza sul campo dicevamo, ma anche tanta passione che anima il nostro impegno sul territorio nazionale», ci dice il presidente Franco Malci. Un applauso va anche alla società impianti di Sulden che è riuscita in poco tempo a mettere in piedi le piste. Ecco Alexander Ortler, ex azzurro ed oggi direttore di pista della stazione sciistica nel territorio comunale di Stilfs/Stelvio: «Abbiamo spostato il programma e alla fine tutto è andato per il verso giusto. Le NJR sulla Madriccio 2 nei giorni passati, oggi la 4 era in ottime condizioni. Abbiamo avuto praticamente tre notti buone per fare neve artificiale, abbiamo lavorato con i tempi strettissimi e siamo comunque riusciti a mettere in piedi le prime gare italiane».

Alexander Ortler della società impianti di Sulden

 

Altre news

Roberta Melesi lancia un bel segnale: «Ho tirato fuori quello che sto costruendo»

Dietro a Marta Bassino e Federica Brignone (ieri nona con alcune sequenze buone e altre da rivedere) c'è qualcosa che si muove. Ed è una bellissima notizia per il gigante azzurro e più in generale per tutto il movimento....

Divertimento e spensieratezza le parole d’ordine di Marta Bassino

Prima di Soelden, gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di seguire le atlete in pista, parlavano di due atlete in grande forma: la svedese Sara Hector (ieri terza) e l'azzurra Marta Bassino. Ma poi quel gigante sul...

Kilde apre le danze della velocità con un successo a Lake Louise

La prima discesa della stagione è nel segno di Aleksander Aamodt Kilde. A Lake Louise il maltempo concede una tregua: visibilità spesso piatta, a volte con il sole, ma pista bella compatta. Il norvegese, con il pettorale 6, primo...

Killington: Bassino seconda dietro solo a Gut-Behrami. Nona Brignone, Melesi ottima 11a, primi punti per Colturi

È di Lara Gut-Behrami il primo gigante della stagione. L'elvetica ha vinto la prova di Killington - con partenza abbassata per il vento - con soli 7/100 sull'azzurra Marta Bassino che centra subito il podio, il ventiduesimo della sua...