Odermatt e De Aliprandini: una spanna sopra gli altri nella prima manche

ALTA BADIA LIVE – Lo svizzero Marco Odermatt e il nostro Luca De Aliprandini fanno un’altra gara. Almeno nella prima manche sulla Gran Risa atto secondo. Qualche imperfezione, qualche sbavatura per il trentino classe ’90. Ma ci sta, siamo sulla mitica Gran Risa e Luca De Aliprandini è stato solido come lo è finalmente in questa stagione. L’ elvetico e Luca nella prima frazione sono una spanna sopra tutti gli altri: 18 i centesimi di distacco fra i due. Un niente. Neve un po’ più dura, tracciato difficile in quanto non permette di sfogare la potenza necessaria e così si va spesso a rincorrere la porta successiva per stare dentro. «Non mi sembrava di aver avuto il feeling giusto, ma la manche è stata comunque soddisfacente. I distacchi sono importanti, ma c’è una seconda manche per finalizzare quanto fatto di buono fin qui», fa sapere De Aliprandini all’arrivo. La solita pista impegnativa, uno spettacolo: chi primeggia sul pendio badiota non è una meteora, ma un pezzo da novanta. Aspettiamo la seconda sessione e facciamo il tifo per Finferlo.

DENTRO BORSOTTI, MAURBERGER E DELLA VITE– Terzo a 86 centesimi dalla testa della classifica il tedesco Alexander Schmid. A 93 centesimi ecco l’austriaco Stefan Brennsteiner e a 99 il vincitore di ieri, il norvegese Henrik Kristoffersen. Po i distacchi aumentano: oltre un secondo a 1.37 c’è lo sloveno Zan Kranjec e due centesimi più indietro il norvegese Lucas Braathen. Poi lo statunitense River Radamus ottavo a 1.43. Dentro Giovanni Borsotti 23° a 2.94. 29° Simon Maurberger a 3.25, 30° un centesimo più indietro Filippo Della Vite. Non si qualificano Riccardo Tonetti Giovanni Franzoni. Out Alex Hofer e Hannes Zingerle. Seconda frazione 13.30: sogniamo con Luca…

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...