Nanox, simply faster

Grande interesse per la rivoluzionaria sciolina ideata da Horst Gamper

Sono sempre di più gli skiman di Coppa del Mondo che hanno scelto la tecnologia Nanox per rendere più veloci gli sci dei propri atleti. Se ne parla nelle ski-room in Norvegia, in Svizzera, in Austria, ma soprattutto in Italia, dato che da quest’anno Nanox fa parte del pool dei fornitori delle squadre nazionali. «Il rapporto con gli atleti e gli skiman è fondamentale per me – ha spiegato Horst Gamper, ideatore di questa linea di scioline – dato che grazie ai loro feedback riusciamo a migliorare ogni anno». Abbiamo testato in laboratorio il Nanox, con il nostro tecnico di riferimento Matteo Belfrond, ora allenatore dello sci club Crammont Mont Blanc, che l’ha applicato sugli sci da gara e allenamento dei suoi atleti. «Mi ha colpito molto la velocità di applicazione e la semplicità di utilizzo di questo prodotto – ha commentato Matteo – che si distigue da quelli di altre aziende che hanno combinazioni infinite in base alle diverse condizioni. Qui esiste una sola base e oltretutto si consiglia di utilizzare brevemente lo sci prima  delle competizioni. È una filosofia completamente nuova, sono curioso di vedere i risultati dei ragazzi». Una sorta di rivoluzione, come ha sempre sostenuto Horst Gamper. Più veloce nella preparazione, più veloce sugli sci è il suo motto, traducibile nello slogan ‘simply faster’. L’applicazione è molto semplice: per l’allenamento è sufficiente applicare la base Training Wax, il panetto bianco, con lo sciolinatore tradizionale ad una temperatura di 125 gradi, lasciare raffreddare e spatolare accuratamente prima di utilizzare lo sci.
Per quanto riguarda la preparazione gara, è importante innanzitutto che sulla soletta non ci sia più alcuna traccia di Training Wax: si consiglia di non usare solventi, ma semplicemente di utilizzare lo sci. Quindi procedere con una sciolinatura a caldo (140 gradi) della Nanobase nera, spatolare quando è ancora tiepida (dopo circa due minuti) con la spatola ben affilata e spazzolare accuratamente con la spazzola nanox in nylon duro, con l’accortezza di tenere la spazzola di traverso sullo sci. Si consigliano un paio di giri in allenamento il giorno prima, oppure nel riscaldamento pre-gara. A questo punto va applicato il dado Supernano a freddo: ne serve uno strato sottilissimo, che va poi spazzolato accuratamente in entrambe le direzioni. Qualche curva prima di partire è lo sci è pronto per il massimo delle prestazioni. Come recita il sito ufficiale www.nanox-wax.com, il 5% più veloce di tutte le altre preparazioni. Parola di Horst Gamper.

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...