Roby dal Colorado a Val d’Isere, passando per Veysonnaz

Dopo l’ottimo quarto posto di Soelden, Roberto Nani non ha portato a termine il secondo gigante della stagione domenica scorsa a Beaver Creek. Adesso il livignasco ha testa, cuore e gambe per il terzo appuntamento della stagione delle porte larghe di sabato in Val d’Isere.

DIFICOLTA’ DI ADATTAMENTO NEGLI STATES – Robi torna sulla gara americana: «Ho fatto fatica ad adattarmi nel gigante del Colorado, ho avuto anche sfortuna nella preparazione dell’appuntamento. Infatti, dopo aver partecipato agli slalom di Jackson Hole, programma che ho assolutamente condiviso con la squadra azzurra, sono tornato a Copper Mountain per lavorare sulla velocità in vista di un gigante particolare come quello di Beaver. Non ho trovato ottime condizioni, così non ero del tutto a mio agio in gara. Attenzione, non vuol essere una scusa, nella seconda manche sono andato lungo su un dosso e non sono riuscito a recuperare la prima frazione dove ero già attardato, non mi tiro certo indietro. Adesso guardo al gigante di sabato, puntando sempre a migliorarmi e quindi al podio, il mio vero obiettivo. La pista è ripida come piace a me, la neve anche».

TRAINING DI SLALOM A VEYSONNAZ, OGGI RIPOSO A VAL D’ISERE – Nani intanto dopo un giorno di slalom a Veysonnaz, oggi è già nella località francese di Val d’Isere. Continua Nani: «Dopo il lungo viaggio dagli States abbiamo raggiunto la Svizzera direttamente per fare allenamento di slalom. Ora sono in Val d’Isere, ma questa mattina riposo in vista di sabato. Domenica c’è in programma lo slalom, dovrei gareggiare ma deciderò definitivamente in queste ore».

Non è andata come speravo, ora si torna in Europa,sempre più carico!LivignoDaineseLEKI
Posted by Roberto Nani on Lunedì 7 dicembre 2015

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.