Roberto Nani in azione a Naeba @Agence Zoom

Ecco le pagelle del doppio appuntamento giapponese di Yuzawa Naeba.

Gigante, 13 febbraio

Massimiliano Blardone, voto 9,5: Abbiamo già detto tanto di lui. E’ tornato sul podio, un’altra volta e quando nessuno ci credeva più. Risorto.

Roberto Nani, voto 6,5: Nono, ma lui non è contento e fa bene. Senza Hirscher e Kristoffersen sul podio (e Ligety), doveva approfittare ed infilarsi nei primi tre. Occasione persa.

Florian Eisath, voto 6,5: Buona gara, ma in Giappone si poteva fare il colpaccio. Invece no, alla prossima. Anche per lui, occasione persa.

Riccardo Tonetti, voto 6,5: Il polivalente c’è sempre. A punti, e bene, in quattro specialità su cinque. Lottatore.

Manfred Moelgg, voto 6: Discreto, ma il vero Moelgg è tutt’altra cosa. Coraggio Capitano.

Andrea Ballerin, Luca De Aliprandini, Simon Maurberger, voto 5: Non qualificati per la seconda manche. Ma ci sono ancora quattro gare fra Hinterstoder e Kranjska Gora per poter brillare. Forza ragazzi.

Slalom, 14 febbraio

Stefano Gross, voto 6: Come a Schladming, anche a Naeba sbaglia troppo e arretra dalla quarta all’undicesima piazza. Sufficienza stiracchiata per Sabo. Ora il Podkoren per tornare sul podio.

Andrea Ballerin, voto 6: Per Ballero i primi punti in slalom Coppa del Mondo. Avanti così.

Patrick Thaler, voto 5,5: Sbaglia di brutto nella seconda manche anche il ‘nonno di Sarntal’ e questa volta non graffia come sa. Diciottesimo è poco per la sua condizione odierna.

Manfred Moelgg, Roberto Nani, Riccardo Tonetti e Simon Maurberger, voto 5: Chi nella seconda, Manni, gli altri nella prima. Ma tutti deragliano in Oriente…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.