Nadia Delago ©Pentaphoto

Nadia Delago sorride perché forse è una delle pochissime atlete a conoscere bene la pista la VolatA di Passo San Pellegrino. Ha 23 anni ed è ancora fresca di Coppa Europa, è per questo che ha un feeling particolare con questo pendio. Ci ha gareggiato anche nel gennaio del 2019, con due grandi risultati: un secondo e un primo posto. E sorride quando le ricordiamo quanto fatto in passato. È per questo che è tranquilla nel parterre di Passo San Pellegrino, dov’è esplosa la primavera e dove in qualche modo si inizia a respirare aria di fine stagione. Il cronometro dice che nella seconda prova ha preso 1”28 e che si è fermata al quattordicesimo posto, lei però racconta di aver sbagliato sui curvoni: «Sono andata lunga e mi sono avvicinata sempre più alle reti». Sa dove ha commesso l’errore, sa anche che negli altri parziali è stata di nuovo lì davanti con le primissime, proprio come nella prima prova. 

Nadia Delago ©Agence Zoom

Federica Brignone guarda la sua discesa prima di raccontare le sue sensazioni e fa il tifo per lei, spera in un buon risultato della poliziotta che gioca in casa, visto che la caserma del gruppo sportivo si trova a Moena e che lei vive in Val Gardena. Aria di casa per Nadia Delago, che impacchetta gli sci, lascia la zona mista, fa qualche foto prima di ritornare in albergo. Domani la prima discesa e la giovane velocista ci proverà.