Mondiali Junior, allo svizzero Haechler il titolo in slalom. Nono Edoardo Saracco

Pomeriggio dedicato allo slalom maschile ai Mondiali Junior di Portes du Soleil. Finale palpitante sulla Pleney di Morzine: lo svizzero Lenz Haechler, secondo a metà gara, rischia l’inforcata proprio nelle ultime porte, ma il passaggio è buono e così si mette al collo la medaglia d’oro, vista anche l’uscita del finlandese Eduard Hallberg, leader dopo la prima manche. Piazza d’onore per l’austriaco Moritz Zudrell, staccato di 39 centesimi, in rimonta di tre posizioni; bronzo per il campione norvegese junior in slalom Hans Grahl-Madsen a 57. Ai piedi del podio un altro norvegese, Theodor Braekken; quinto lo statunitense Stanley Buzek che con il best crono nella seconda manche recupera ben ventuno posizioni.
Chiude nei primi dieci Edoardo Saracco: ventiduesimo a metà gara, parte all’attacco nella seconda run e con il quarto tempo di manche si piazza al nono posto finale. Ventiseiesimo Andrea Bertoldini; out nella prima run Fabio Allasina, salta nella seconda invece Stefano Pizzato, ventunesimo dopo la prima manche.

Altre news

Meillard sfreccia nello slalom di Aspen. Podio per Strasser e Kristoffersen

Dopo i due secondi posti nei giganti dietro a Marco Odermatt, Loic Meillard riesce ad imporsi nello slalom di Aspen, Colorado, e vince per la prima volta fra i pali stretti. Il capofila della prima run, il francese Clement...

Noel comanda in prima nello slalom. 8° Sala

Dopo i giganti, ecco lo slalom sulle nevi del Colorado ad Aspen: il francese Clement Noel stacca di 27 centesimi lo svizzero Loic Meillard, reduce da due podi fra le porte larghe. Poi i distacchi aumentano: il 3° è...

Brignone vola nella nebbia di Kvitfjell: vittoria di coraggio nel superG. «Mi diverto e non voglio smettere»

Un capolavoro in mezzo alla nebbia, una prova di forza e di coraggio. Federica Brignone vince il secondo superG di Kvitfjell, una maratona durata oltre due ore e mezza, colpa della nebbia che per tutta la mattinata andava e...

Aspen, Odermatt imbattibile: 12 trionfi consecutivi in gigante. Davanti gli azzurri: 4° De Aliprandini, 5° Vinatzer

Senza parole. Marco Odermatt è semplicemente imbattibile in gigante. Di tutti colori ne combina lo svizzero sul ghiaccio del Colorado nella seconda run, ma vince sempre e comunque. E sono 12 i successi di fila in gigante. Ha fatto...