Seconda giornata di gare al Memoral Fosson e seconda giornata di condizioni meteo difficili a Pila. Ancora nebbia, ancora nubi basse, ma soprattutto una temperatura alta, appena sotto lo zero al mattino, quattro gradi a mezzogiorno. E qualche fiocco di neve che cade diventa pioggerellina. Neve dunque insidiosa, gessosa: in slalom ci sono gli Allievi, inevitabile qualche solco sul tracciato.
Anche in questo caso due manche su due tracciati invertiti (e con ordine di partenza invertito), ma sempre validi come gare distinte.
Nella prima gara a segno Cecilia Pizzinato del Courmayeur che chiude con 46 centesimi su Matilde Lorenzi che dunque porta a casa di nuovo punti pesanti per il Sestriere, dopo il terzo posto in gigante. Terza Sara Thaler del Gardena a 82; ai piedi del podio Maria Elena Coin del 18 e Federica Pistilli del Eur con un margine che sale sopra il secondo. Completano la top ten Francine Rollet dello Chamolè (la migliore del primo anno), Margherita Sala del Gressoney, Francesca Gatta del Druscié, Ginevra Gaiani del Radici, Alessandra Banchi del Golden Team Ceccarelli e Giulia Maria Trentin, del 18 decime con lo stesso tempo.



Gregorio Bernardi
concede il bis e il Sestriere sorride: nettamente primo con oltre un secondo su Federico Romele del Val Palot e Marc Comploj del Gardena. Quarto Fabio Allasina dello Ski College Limone, quinto Luigi Graziano dell’Equipe Limone, quindi nei primi dieci Andrea Zanol del Valdifiemme, Diego Bucciardini del Lanciotto e Mattia Mario Del Torre del Bachmann, settimi a pari merito, Jacques Belfrond del Crammont e Matteo Bianco dell’Equipe Beaulard.

In gara-2 rosa festeggia il Gardena, a segno con Ellis Pellizzari che chiude con oltre un secondo su Tatum Bieler del Gressoney, la migliore del 2005; sul terzo gradino del podio Cinzia Loreggia del Golden Team Ceccarelli, quarta piazza per Giulia Maria Trentin del 18, quinta per Margherita Sala del Gressoney. Nelle dieci Laura Alberti del 18, Anais Nieroz del Pila, Chiara Olga Boggio dello Chamolè, Noa Wilemijn Lam dello Sportoberschule Mals e Sofia Parravicini del Lecco.

Al maschile non ci sono Sestriere e Gardena nella top ten: vittoria di Matteo Rossi dello Chamolè per soli 8 centesimi su Jacopo Claudani e 26 su Kevin Qerimi dell’Equipe Beaulard. Poi tutti vicini: quarto Federico Vierin del Pila a 45, quinto Tommaso Torno del Courmayeur a 50, sesto Lorenzo Stirano dell’Aosta a 52, settimo Luca Bianchi del Lecco a 74, ottavo Edoardo Grimaldi del Sauze d’Oulx a 86, nono Daniele Cochetti del Bachmann a 94, decimo Nicolò Nosenzo a 1.08.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.