Florian Eisath nel parterre ©Andrea Chiericato

Nel terzo posto provvisorio di Florian Eisath c’è tutto l’orgoglio della formazione delle porte larghe: il gigantista di Ega di Nova Ponente è autore di una prima frazione superlativa sulla Gran Risa. Certo, manca ancora la seconda manche, è necessario insomma aspettare il verdetto finale, ma questo piazzamento ha il valore del riscatto (seppur provvisorio). Solo l’austriaco Philipp Schoerghofer lo avrebbe scalzato dalla terza posizione momentanea, ma l’austriaco ha sbagliato la linea sul salto finale ed è uscito clamorosamente. Così a comandare per il momento c’è sua maestà Marcel Hirscher: il salisburghese ha dato l’ennesima lezione di tecnica sul budello ripido badiota e ha staccato di 21 centesimi il francese Matthieu Faivire, già vincitore nel primo gigante in Val d’Isere, e appunto il nostro Florian di 81. A 93 centesimi c’è il norvegese Henrik Kristoffersen, mentre a seguire ecco la Germania con Felix Neureuther e Stefan Luitz. Udite udite: il francese Alexis Pinturault è settimo a 1.12. Sarà una furia nella seconda?

Marcel Hirscher in azione nel finale della Gran Risa @Andrae Chiericato
Marcel Hirscher in azione nel finale della Gran Risa @Andrea Chiericato

GLI AZZURRI – Quindi la top ten provvisoria è completata da Manuel Feller, Zan Kranjec e Andrea Myhrer. E i nostri? Luca De Aliprandini è quattordicesimo a 1.70, mentre segnali di risveglio da Roberto Nani che termina sedicesimo a 1.79. Ventunesimo Manfred Moelgg a 2.37, 38° Andrea Ballerin, 39° Riccardo Tonetti, 41° Simon Maurberger, 47° Hannes Zingerle e 51° Alex Zingerle. Seconda manche 12.30.

Roberto Nani nella finish area ©Andrea Chiericato
Roberto Nani nella finish area ©Andrea Chiericato

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.