Alex Vinatzer al termine della prima manche a Schladming ©Pez

Stiria e Salisburghese sembrano tutte qua a Schladming. La lunga e capiente tribuna che circonda la finish area, i bordo pista fino quasi alla partenza, il parterre dietro l’arrivo: c’è una folla pazzesca e delirante ovunque, munita di bandiere biancorosse e trombe per sostenere i ragazzi che si cimentano questa notte nella grande notte dello slalom. Siamo alla Night Race, tanta roba, il tempio dello slalom, un evento stellare per il mondo dello sci.

Classifica prima manche Schladming 

E Marcel Hirscher non poteva deludere i suoi tifosi, non poteva tradire la bolgia austriaca festante: comanda con una prestazione delle sue il sette volte vincitore della Coppa del Mondo overall e rifila 99 centesimi di distacco allo svizzero Daniel Yule, allenato dal nostro Matteo Joris. Il francese Alexis Pinturault, allenato invece da un altro italiano ossia Simone Del Dio, è terzo al momento a un secondo preciso di distacco. Quarto a 1.09 un altro svizzero, quel Ramon Zenhaeusern che era in testa dopo la prima manche a Kitz. Quinto il norvegese Henrik Kristoffersen a 1.15, rigorosamente dietro a Hirscher. Sesto il campione olimpico in carica, lo svedese Andre Myhrer. Settimo l’austriaco Christian Hirschbuhel, ottavo l’inglese Dave Ryding.

Manfred Moelgg nella finish area della Planai ©Pez

MOELGG E VINATZER SANNO GRAFFIARE. GROSS DERAGLIA – Nono a 1.88 il nostro Manfred Moelgg. Deragliano dalla Planai Stefano Gross e Simon Maurberger dopo pochissime porte. Giuliano Razzoli fa un errore grossolano nel finale e compromette così la sua prestazione: chiude appena fuori dalla qualifica. Bene Alex Vinatzer: il diciannovenne ladino attacca, rischia, molla a tutta. E alla fine è sedicesimo a 2.53. Un applauso se lo merita tutto. Non si qualifica Riccardo Tonetti. Escono di scena anche Fabian Bacher e Hans Vaccari. Seconda manche 20.45. 

L’arrivo della Planai

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.