LIVE – Hirscher graffia il ghiaccio elvetico, a Wengen comanda su Myrher. Azzurri, che fatica

0
Marcel Hirscher ©Agence Zoom

Barrato di quello vero, pendenze da spettacolo puro. E un Marcel Hirscher che regala ancora una volta una manche da campione. L’austriaco è al comando dopo la prima prova dello slalom di Wengen, l’ultima del lungo fine settimana del Lauberhorn. Dove gli altri faticano, lui scia centrale, spinge sul facile, tiene linee e ritmi giusti nel difficile muro. Hirscher è lì, seduto ancora una volta sulla sedia del leader corner a godersi lo spettacolo e a ricevere gli applausi del caloroso pubblico presente sugli spalti e lungo la pista.

Andre Myhrer ©Agence Zoom

Alle sue spalle c’è lo svedese Andre Myhrer, il più bravo sul muro centrale dopo l’austriaco e l’unico in grado di rimanere vicino a Hirscher. Nel primo e nel terzo intermedio ha fatto segnare il secondo tempo e al traguardo è secondo per 35/100. Terza posizione per il norvegese Henrik Kristoffersen, a 59/100 e ancora lì a giocarsi il podio. La pista tiene bene e il tempo si può ancora fare, lo ha dimostrato Leif Kristian Haugen che ha fatto segnare il quarto tempo, a 76/100 da Hirscher. Quinta piazza per Manuel Feller, a 99/100, subito davanti a Marco Schwarz, altro austriaco arrivato da dietro, pettorale 17.

Stefano Gross ©Agence Zoom

E a Wengen, in mezzo al ripido e al ghiaccio verde, si registra ancora una prestazione opaca della squadra italiana. Stefano Gross, partito con l’1, ha subito dato l’impressione di non essere continuo e neppure veloce nelle ultime porte. È undicesimo e il suo ritardo sfiora i due secondi: 1”97 per la precisione. Era partito meglio Manfred Moelgg che al primo intermedio aveva fatto segnare il quarto tempo. Poi dopo ha perso davvero tanto: 2”37 il distacco da Hirscher. Fuori Patrick Thaler, Giuliano Razzoli, Cristian Deville, Fabian Bacher e Tommaso Sala.

Alle 13,15 la seconda manche dello slalom di Wengen, con diretta su Raisport ed Eurosport. L’Italia deve cambiare marcia, così come ha gridato il tecnico Stefano Costazza alla vigilia.