L'americano: 'Penalizzano atleti come Max Blardoneì

Parla anche Ted Ligety al Media Summit di Park City. Alla Espn torna sui regolamenti della FIS in merito alle norme sui nuovi materiali imposte dalla scorsa stagione. «Ero contrario a queste disposizioni – ha detto lo statunitense – prima di tutto non credo la questione sicurezza sia davvero l’argomento valido e in più ritengo che queste scelte favoriscono alcuni atleti e ne penalizzano altri. Ci saranno ragazzi di 16 anni che useranno i miei stessi sci che credetemi sono ‘duri’ anche per me. Questo non aiuta per la crescita dello sport. In gigante questi sci mi favoriscono, ma sfavoriscono altri: penso a Massimiliano Blardone che era terzo nella GS standings l’anno prima e adesso è solo tredicesimo, per il suo modo di sciare. La FIS in questo settore ha sempre fatto errori: penso che sia necessario che restino fuori da queste decisioni e le lascino alle aziende. Non c’è maggiore sicurezza, anzi è ancora più pericoloso perchè ci vuole grande forza per maneggiare questi sci».