Federico Liberatore impegnato nello slalom di Gressoney
Federico Liberatore impegnato nello slalom di Gressoney ©Andrea Chiericato

Hannes Zingerle esce e lascia via libera a Federico Liberatore, autore di un’ottima seconda manche. Il trentino delle Fiamme Oro si è imposto nello slalom FIS di Gressoney-Saint-Jean. Una pista come sempre difficile, dura, che non perdona: al minimo errore sei fuori. Liberatore si è imposto in 1.55.03, risalendo dalla quinta posizione della run iniziale. Al secondo posto, anche lui in recupero, Andrea Squassino. Per il piemontese, attardato di 1.17, è arrivata la vittoria nel Gran Premio Italia Giovani. Terza posizione assoluta per Pascal Rizzi, trentino delle Fiamme Gialle salito sul secondo gradino del podio per quanto riguarda la standing del circuito istituzionale. Quarta piazza per Pietro Canzio, ormai una certezza e non più una sorpresa. Il veneto ha concluso a 2.32 dalla vetta, vincendo la classifica Aspiranti (terzo Giovani). Quinto assoluto il lombardo Francesco Gori, a 2.48.

ASPIRANTI – Nella standing riservata ai 1998 e 1999, alle spalle di Canzio si è piazzato Luca Taranzano, nono assoluto. Dodicesimo e terzo Aspiranti Michael Tedde, valdostano che insieme a Canzio partirà la prossima settimana per gli YOG a Lillehammer.

3 COMMENTI

  1. C’è qualcosa che non quadra. La gara era una NJR GPI Giovani,come dimostra l’anno di nascita dal 95 al 99. Quindi il GPI lo vince Liberatore,secondo Squassino (non primo) terzo Rizzi e quarto Canzio (non terzo). O sbaglio perchè mi sono perso qualche dato?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.