Philip Hoffmann ©OIS/IOC

Gigante bello e selettivo a Les Diablerets. E grande spettacolo dei ragazzi che stanno partecipando ai Giochi Olimpici giovanili Losanna 2020. L’unico in grado di fare la differenza è stato l’austriaco Philip Hoffmann, bravo nel tratto iniziale del muro. Comanda con 69 centesimi di vantaggio sullo svedese Adam Hofstedt che in qualche modo è riuscito ad avvicinarsi al leader. Poi i distacchi aumentano, la pista tiene molto bene e con il 23 si inserisce al terzo posto lo sloveno Martin Krizaj. 

Gli azzurri sono fuori dalle prime dieci posizioni: Edoardo Saracco è il migliore, è quattordicesimo a otto decimi dalla zona delle medaglie e a 2”56 dalla vetta. Più indietro Marco Abbruzzese, ventesimo a 2”82. È invece uscito Gian Maria Illariuzzi, sbalzato fuori linea sull’ultimo grande dosso della pista elvetica. 

Il gigante maschile è iniziato con 90 minuti di ritardo rispetto al programma previsto per problemi con la telecabina, rimasta bloccata diverso tempo, ancor prima della ricognizione. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.