Da sinistra: Lara Gut, Ilka Stuhec, Edit Miklos, il podio di gara2 in discesa a Lake Louise (@Zoom agence)

Fino al 2 dicembre 2016, ieri, nessuna slovena che non si chiamasse Tina Maze aveva mai vinto una discesa libera nel circuito maggiore. Due giorni dopo ecco che il mondo risulta capovolto: Ilka Stuhec, classe ’90, tre interventi alle ginocchia alle spalle, seguita da un team privato a conduzione familiare (la mamma le prepara gli sci) non solo si conferma sul podio della discesa di Lake Louise, ma concede addirittura il bis rispetto a gara 1, sciando forse anche meglio nel tratto più tecnico. Brava, indubbiamente, ma fortunata, come tutti i primi dieci numeri che hanno trovato il sole o comunque una buona visibilità in una libera per il resto condizionata tremendamente dal meteo e conclusasi quasi in una tormenta di neve e con nebbia… Gut sfata finalmente il tabù podio sulla “Men’s olympic / East Summit” in discesa e chiude seconda, con Miklos terza. Prima delle azzurre, oggi penalizzate dai pettorali, ma comunque meno brave di ieri, Nadia Fanchini, 8a. L’Italia potrà comunque essere assoluta protagonista del superG di domenica 4 dicembre che chiuderà la trasferta nordamericana. Bravissima Shiffrin, tredicesima in condizioni estreme. In superG per vincere?

Ilka Stuhec, due podi e due vittorie in Coppa del Mondo... (@Zoom agence)
Ilka Stuhec, due podi e due vittorie in Coppa del Mondo… (@Zoom agence)

GARA – Sulla località dell’Alberta cadono in mattinata 5cm di neve fresca, ripulita subito dagli organizzatori nella parte alta del tracciato anche grazie ai gatti delle nevi. Si teme il peggio per via della nebbia, poi la partenza viene abbassata di cento metri (al superG maschile) e si parte invece con il sole. Numeri bassi assolutamente favoriti e infatti saranno tutti lì davanti. Ilka Stuhec è la solita di sempre, cioè scorrevole in alto e in fondo, ma l’allenamento estivo con i colleghi maschi sembra averle giovato parecchio per la parte tecnica: pennella anche su Fish-Net e Fall Away, chiude con il tempo di 1’24”95 e si prende il lusso di concedere il bis (alla Lindsey Vonn o Maria Riesch) a Lake Louise in due giorni consecutivi, un back-to-back  storico e comunque meritato (tra l’altro sono i primi due podi in Coppa…). Almeno altre 7-8 atlete sono scese con le sue condizioni e lei è risultata la migliore. Lara Gut finisce seconda cambiando completamente approccio sul tratto chiave della pista di cui sopra, questa volta senza intraversate (meglio per noi oggi rispetto a gara 1, persa però in alto non tanto sul muro), e cedendo alle fine soli 11 centesimi alla slovena: 80 punti importanti per lei in ottica Coppa generale. Terza Edit Miklos, rumena d’Ungheria, al secondo podio in Coppa, staccata di 0”43, pettorale n.1. Quarta Corinne Suter, al miglior risultato in Coppa eguagliato, pettorale n.3. Quinta Kling, sesta Puchner, settima Ross, ottava la prima delle azzurre Nadia Fanchini, con pettorale più alto (13) e quindi brava; nona Weirtaher, decima Schnarf, comunque ancora nella top10 in discesa a Lake Louise, mai successo fino a… ieri. Fuori Fabienne Suter e Siebenhofer tra le altre, solo 15esima Rebensburg, ancora brave Venier, Grenier, Johnson, Scheyer e Tviberg, a punti la “rider” Ledecka, straordinaria Mikaela Shiffrin, 13esima a 1”46 alla seconda libera in carriera, questa volta affrontata con più decisione. Domenica, in superG, scenderà per il podio. Minimo.

Gut e Miklos
Gut e Miklos (@Zoom agence)

ITALIA – Due atlete nelle dieci, come detto. E Goggia? Un po’ più rigida fin da subito, oggi, alle fine chiude comunque con un onesto 12esimo posto, per altro già in condizioni meteo non semplici. Quattordicesima Elena Fanchini, 19esima Verena Stuffer, brava visto che era al rientro dall’operazione al ginocchio, certo anche aiutata al buon pettorale di partenza (6); 31esima Nicol Delago, fuori dalla zona punti per 5 centesimi; 36esima Elena Curtoni, 39esima Verena Gasslitter (male sul muro), fuori senza conseguenze Francesca Marsaglia.

Johanna Schnarf a Lake Louise (@Zoom agence)
Johanna Schnarf a Lake Louise (@Pentaphoto)

CLASSIFICHE E APPUNTAMENTINella graduatoria generale Shiffrin (20 punti oggi), guida con 128 lunghezze di vantaggio su Gut, Sofia Goggia è terza a quota 207. In discesa prima ovviamente Stuhec davanti a Gut, Kling e Goggia. Domenica 4 dicembre superG, neve permettendo, alle 11 locali, le 19 italiane.

Shiffrin impegnata a Lake Louise (@Atomic Gepa)
Shiffrin impegnata a Lake Louise (@Atomic Gepa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.