Clement Noel

ALTA BADIA LIVE – Sulla Gran Risa si sono corsi quattro slalom di Coppa del Mondo, il primo nel 2006 e l’ultimo nel 2011. Quattro vincitori diversi: Markus Larsson, Ivica Kostelic, Reinfried Herbst e Marcel Hirscher nell’anno in cui al secondo e terzo posto chiusero Giuliano Razzoli e Felix Neureuther. 

Dopo tante stagioni sul pendio badiota si torna a gareggiare in slalom, in un anno in cui la Fis ha cambiato parecchie cose nei calendari e messo da parte le ultime discipline nate per lo spettacolo. E così niente gigante parallelo in notturna sulla Gran Risa, ma la prova tra i rapid gates di giorno. La prima della stagione, quella che darà le prime indicazioni oppure confermerà chi sta già dando spettacolo, come Alexis Pinturault, e chi invece è chiamato a cambiare marcia, come per esempio Henrik Kristoffersen, la cui assenza ai festeggiamenti al primo podio di McGrath non è passata inosservata tra i media presenti. 

Daniel Yule ©Agence Zoom

E saranno proprio questi due atleti ad aprire la stagione dello slalom, divisi solo dal francese Clément Noel, uno dei grandi favoriti che indosserà il pettorale 2. La pattuglia svizzera è pronta a mettersi in evidenza ancora una volta: Daniel Yule (pettorale 7) prima di tentare uno storico tris sulla 3Tre di Madonna di Campiglio, proverà a lasciare il segno in Alta Badia, con Alex Vinatzer che vuole fare un altro grande passo all’insù. Partirà con il 10 l’unico atleta azzurro in primo gruppo: «Daniel e Clément hanno già vinto tanto, io invece sono dietro a rincorrere, per questo non mi sento come loro e non ho alcuna pressione» aveva raccontato a metà novembre, mentre stavamo realizzando un servizio che potete leggere su Race di dicembre. E aggiunge: «Sono contento, mi sento bene, sono fiducioso di fare una bella stagione».

©Simon Rainer

Alle sue parole si aggiungono quelle del direttore sportivo Massimo Rinaldi: «Alex è un grande talento, che per diventare un campione deve trovare continuità. Le sequenze ci sono, ma deve imparare a collegare meglio e arrivare a disputare due manche di alto livello». Talento è però una parola che ad Alex non piace molto, perché «sembra quasi che tutto mi venga facile e che io non ci metta l’impegno – dice sempre nel servizio sul magazine – Invece dietro la mia sciata ci sono organizzazione, volontà di non fermarmi mai, capacità di avere pazienza e curare i miei dettagli». 

Oggi lo vedremo all’attacco, si dice sia in grande forma, come la squadra in generale. Manfred Moelgg partirà con il 18, seguito subito dietro da un altro rientro, Simon Maurberger. Stefano Gross avrà il 27, 39 per Federico Liberatore e 65 per l’esordiente Tobias Kastlunger, che gioca in casa essendo lui di Marebbe. Non ci sono Tommaso Sala e Giuliano Razzoli, positivi al Covid e costretti a saltare anche i prossimi slalom. Prima manche alle 10, la stagione dello slalom inizia. Tardi, ma inizia.