La delusione di Giuliano Razzoli

Questa volta la montagna di Vitranc è stata fatale per il “Razzo di Minozzo”: un errore nella seconda manche dopo poche porte e l’uscita ad ingresso muro del Podkoren hanno spento l’urlo in gola alla tribuna, per metà colorata di azzurro. “Tra le due manche mi sentivo bene, carico. Durante la ricognizione, poi in partenza, ero sereno e pronto per sferrare l’attacco finale al Podkoren. La seconda vittoria? Ci pensavo certo, ma un podio sicuramente era alla portata. Poi un errore dopo cinque porte: poi ho cercato di attaccare, poi quando devi recuperare rischi sempre di strafare..”. E’ un Razzo deluso quello che si presenta nella finish area di Kranjska Gora. “Ho perso un’occasione importante per vincere, o quantomeno per fare un podio. Deluso? Sì, ma adesso inizia il periodo pre-olimpico. Ho vinto, ho fatto poi un podio, so che scio bene, ho la consapevolezza di essere con i migliori. Lo slalom è così”. Arriva Alberto Tomba a consolarlo: “Per questo devi fare anche il gigante!”.

Altre news

Fisi: Stefano Maldifassi si candida alla presidenza. «Ho in mente una Federazione nuova»

«Pensare e vivere gli sport invernali». Questo lo slogan che chiude un breve video realizzato per annunciare la candidatura in Fisi di Stefano Maldifassi. È ingegnere biomeccanico, cinque volte campione italiano di skeleton e allenatore di quarto livello; Maldifassi...

A La Parva Colturi centra una doppietta in slalom; Tranchina secondo in gara-2

Doppietta in gigante la scorsa settimana, bis ieri e l'altro ieri in slalom. Lara Colturi ha fatto uno-due anche tra i rapid gates di La Parva, dove si sono svolte altre gare Fis. Possiamo dire che in quattro gare...

Marsaglia lotta ancora con entusiasmo: «Conta essere veloci, non l’età»

Matteo Marsaglia non molla, anzi, rilancia. Il romano di San Sicario, trentasette primavere a ottobre, è deciso più che mai per un'altra stagione in Coppa del Mondo. Reduce da un'annata davvero positiva, dove fra le varie prestazioni confortanti ha...

Vinatzer in Belgio: «Indoor per preparare l’Argentina. Contento del coach Del Dio»

Domani Alex Vinatzer effettuerà il secondo raduno sulla neve. Dopo quello di Saas Fee, il gardenese classe '99 con il team azzurro si prepara a quattro giorni nell'impianto indoor di Peer in Belgio. Eccolo Alex: «A Saas Fee alle 7.30 a...