Kristoffersen&Braathen: super Norvegia sul Podkoren. Odermatt 2° ex aequo vince la Coppa di gigante. 6° De Aliprandini

Norvegia da paura a Kranjska Gora: nel primo dei due giganti in programma sulle nevi slovene, Henrik Kristoffersen recupera e vince il secondo gigante della stagione dopo l’Alta Badia. E al secondi posto c’è il brillante Lucas Braathen. Il vichingo del 2000 dal sangue brasiliano si conferma secondo anche dopo la prima sessione. Squadre completamente diverse: il primo nel team privato dove c’è il nostro Marco Zambelli nel ruolo di skiman, il secondo nella formazione nazionale tradizionale. Una cosa in comune tuttavia: la carta d’identità della Norvegia, stessa classe, stessa determinazione, stessa testa di atleti votati all’attacco e alla fantasia.

KKristoffersen e Braathen ©Agence Zoom

Recupera certo Marco Odermatt: lo svizzero comunque chiude secondo con lo stesso tempo di Braathen, ma non riesce nell’impresa di salire sul gradino più alto del podio. Odermatt battibile fra le porte larghe è la notizia insomma? Si, oggi e in qualche rara occasione. E’ lui, attenzione, ricordiamo essere il più forte della specialità: con due gare di anticipo l’elvetico conquista la Coppa del Mondo di disciplina.

Il vincitore della CdM di GS Odermatt ©Agence Zoom

Chi guidava nella prima sessione ma addirittura arretra non poco è Alexis Pinturault: il francese continua nel suo momento no e termina 11°. Quarto posto per lo svizzero Loic Mellard e quinto per l’austriaco Stefan Brennsteiner. Buon sesto Luca De Aliprandini: chiaro, manca il podio ovvero la sua missione stagionale dopo quello badiota e l’argento iridato dello scorso anno, ma il trentino quest’inverno è regolarmente davanti. Bravo Finfer, ci sono ancora due giganti di Coppa del Mondo per primeggiare. La Norvegia va forte: c’è anche il vincitore dello slalom di Flachau Atle McGrath in settima piazza. Ottavo lo svizzero Gino Caviezel, nono l’austriaco Manuel Feller e a chiudere la top ten lo sloveno Zan Kranjec.

De Aliprandini ©Pentaphoto

GUARDA LA CLASSIFICA DEL GIGANTE DI KRANJSKA GORA

Filippo Della Vite, vice campione del Mondo Juniores, 21° con il 50: che bravo il giovanotto orobico. Hannes Zingerle 23° con il 44, davanti a Giovanni Borsotti. Giovanni Franzoni, Simon Maurberger e Riccardo Tonetti non si sono qualificati per la seconda manche. Alex Hofer è deragliato dal Podkoren nella prima sessione. Domani altro gigante in Slovenia.

Della Vite ©Pentaphoto

 

Altre news

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...

I norvegesi ripartono dal Trentino

Anche quest'anno la Nazionale norvegese ha scelto il Garda Trentino per il ritiro estivo, con allenamenti tra il Lago di Garda e le Dolomiti della Paganella. Dal 19 al 24 maggio, undici atleti ed i loro tecnici hanno sfruttato...

Pronte le squadre del Comitato AOC

Definite le squadre del Comitato AOC. Linea di continuità con la conferma degli allenatori Alberto Platinetti per il settore femminile, Ruggero Barbera per quello maschile e Alessandro Roberto in affiancamento per entrambe le squadre. Il responsabile Oriano Rigamonti ha...