Secondo skionline.ch sono in arrivo due cambi importanti di materiale

Julia Mancuso, 31enne americana di Reno (Nevada), vincitrice di 5 medaglie mondiali, 4 olimpiche (oro in gigante a Torino 2006) e 7 gare in Coppa del Mondo in tre discipline, ha lasciato intendere di voler continuare la sua carriera agonistica, come Lindsey Vonn, fino ai Giochi coreani di PyeongChang 2018. E per farlo, secondo quanto riporta skionline.ch, si vorrebbe affidare a una nuova azienda di sci, lei che è già transitata da Rossignol, Voelkl e Head, per le prossime tre stagioni: svizzera, in questo caso, fondata nel 1935 da Josef Stöckli e che porta ovviamente il suo cognome. 

CAMBIAMENTO – Stöckli, secondo quanto riporta il rinomato portale svizzero, è rimasta ‘orfana’ di tre atlete appena ritiratesi, Kamer-Jnglin, Dettling e Ruiz Castillo, mentre si attende ancora la decisione sul futuro di Tina Maze, in procinto di ritirarsi secondo le voci sempre più insistenti che arrivano dalla slovenia, ma con ancora voglia di continuare secondo altre fonti (a breve sapremo). Skionline.ch è comunque sicuro: Julia Mancuso non rinnoverà il contratto in scadenza ad aprile con Head e si accaserà all’azienda svizzera, che un anno fa mise sotto contratto il connazionale Tim Jitloff e nelle ultime settimane ha fatto testare materiali anche a Lara Gut (che, sempre secondo skionline.ch, dovrebbe firmare con Head, al rientro dalle vacanze in America, dove troverebbe Fenninger e Vonn) e Tina Weirather. Entrambe si sono trovate molto bene, dalla prima si attendono appunto news, la seconda ha ringraziato, ma poi rinnovato con Atomic. A giorni dovrebbe arrivare l’ufficialità anche della stessa Mancuso. 

     

 

I don’t really have limits when it comes to skiing and I need makeup that can be pushed just as hard. Check out how I push #LONGWEARLIFEPROOF to the extreme. Posted by Julia Mancuso on Venerdì 24 aprile 2015