Contratto di tre anni per l’americana, che punta a PyeongChang 2018

Come più volte anticipato, anche da… Tina Maze, è arrivato il cambio di materiale pure per Julia Mancuso, il secondo importante di questa primavera 2015 dopo il passaggio di Lara Gut da Rossignol a Head. L’americana di Reno (Nevada) ha firmato il contratto che la legherà a Stoeckli per le prossime tre stagioni, quindi anche fino ai Giochi di PyeongChang 2018. 

CAMBIO – Dopo Volkl/Lange e Head, in anni recenti, altra azienda importante per Julia, che nella scorsa stagione è salita sul podio una sola volta, terza in discesa a Lake Louise e non ha nemmeno partecipato alle finali di Meribel. «Il contratto di tre anni è stato firmati – ha fatto sapere Marc Glaeser, CEO di Stoeckli, che ha corteggiato anche Weirather e Gut, in precedenza -. Non semplice colmare il gap che si è creato con il ritiro di Tina Maze – ha proseguito – difficilmente infatti Mancuso sarà in lotta per la Coppa del Mondo o coppe di specialità nell’annata 2015-2016. Ma ci auguriamo possa lottare per il podio». Julia lavorerà proprio con lo skiman della slovena, Andrea Vianello, con cui aveva già costituito un binomio vincente in passato. 

Notizia tratta dal sito della rivista Ski Racing.    

 

Learning is an adventure. I love the challenge surfing gives me. The ocean is always moving and changing and you constantly have to adapt. Push yourself to the limit! You never know until you try! Posted by Julia Mancuso on Martedì 12 maggio 2015