Jansrud SuperGigante: a Kvitfjell vince gara e Coppa di specialità. Italia: male i big, bene Buzzi, primi punti per Schieder

Il migliore azzurro è Christof Innerhofer, tredicesimo, oltre la ventesima piazza per Paris

0
Kjetil Jansrud ©Agence Zoom

Kjetill Jansrud prende tutto nell’ultimo superG stagionale, prima delle Finali di Coppa del Mondo. Il vichingo norvegese, già pettorale rosso, ha vinto a Kvitfjell e si è preso la coppa di specialità. I giochi sono fatti e la festa è scattata sulle piste di casa; gli austriaci sono costretti a inseguire e per il momento – quando manca solo il superG di Aare – si devono accontentare del secondo posto con Hannes Reichelt, ora staccato di 124 punti e con Vincent Kriechmayr, ora a 131 punti. Per il podio finale però la lotta è ancora aperta: Max Franz è quarto con 143 punti, Aksel Lund Svindal quinto con 146.

A KVITFJELL – In Norvegia Kjetil Jansrud ha vinto in 1’33”21, precedendo di 22/100 l’elvetico Beat Feuz. Sembrava ormai fatta per Mauro Caviezel, sembrava fatta anche per Adrian Smiseth Sejersted. Poi è arrivata l’ennesima sorpresa di giornata con il 49. E’ il francese Brice Roger che si è inserito al terzo posto con 33/100 di ritardo da Jansrud. E per un solo centesimo ha lasciato fuori dal podio Adrian Smiseth Sejersted che si stava già pregustando il grande risultato e che invece chiude con l’amaro in bocca.

BRAVO BUZZI – Un’altra grande prova di Emanuele Buzzi che con pettorale 38 conquista il quindicesimo posto, a 72/100 dal norvegese vincitore. Ancora una bella prestazione per il giovane friulano.

SCHIEDER, PRIMI PUNTI – E in Norvegia sono arrivati i primi punti in Coppa del Mondo di Florian Schieder. L’altoatesino, quattro presenze nel massimo circuito mondiale, è 27° nel superG.

INDIETRO GLI ALTRI – L’Italia anche oggi insegue: nessun azzurro è riuscito a entrare nella top 10. Il migliore è Christof Innerhofer, quattordicesimo a 68/100, Dominik Paris è finito addirittura 33° a 1”40, 45° Matteo Marsaglia e fuori Mattia Casse.

CLASSIFICA UFFICIALE