I rappresentanti della FIS e del comitato organizzatore 3Tre nella finish area del Canalone Miramonti. Da sinistra Mirko Dalbon, Giuseppe Corradini, Markus Waldner, Martina Marcora, Letizia Volta, Lorenzo Conci, Emmanuel Couder, Tullio Serafini, Loredana Bonazza e Adriano Alimonta ©Paolo Bisti

A poco meno di sei mesi dallo svolgimento della sessantaseiesima edizione della 3Tre, quest’anno programmata nell’insolita data di mercoledì 8 gennaio 2020, la FIS ha effettuato la consueta ispezione a Madonna di Campiglio per un completo briefing tecnico con il comitato organizzatore presieduto da Lorenzo Conci. Presenti per la FIS, Markus Waldner (chief race director della Coppa del Mondo maschile di sci alpino) ed Emmanuel Couder (race director e coordinatore Coppa del Mondo maschile). Ad accogliere la delegazione internazionale anche Tullio Serafini, neo presidente della APT Campiglio Dolomiti.
«Quest’anno affrontiamo una nuova esperienza, la collocazione in gennaio pone la 3Tre nel mese delle grandi classiche dello slalom – ha spiegato Markus Waldner – un posto che Campiglio può occupare a pieno titolo. Certo, ci sarà qualche difficoltà in più dovuta al periodo post-natalizio, ma siamo certi che la risposta del pubblico sarà importante come sempre. Crediamo che anche da questo punto di vista la 3Tre rappresenti un esempio per come ha saputo coinvolgere i veri appassionati dello sci, non sempre questo avviene nei grandi appuntamenti. Noi come FIS vogliamo eventi con più entusiasmo e meno alcol».
Pochi i cambiamenti sul Canalone Miramonti, che i tecnici della FIS hanno visionato con il responsabile della pista Adriano Alimonta. «Pensiamo solo a qualche piccolo ritocco sia nella parte alta che nel finale, con l’unico obiettivo di rendere la gara ancora più tecnica ed emozionante», ha spiegato Emmanuel Couder. In questa stagione la gara ripropone gli orari tradizionali, prima manche alle 17,45 e seconda alle 20,45. Il quartier generale della manifestazione verrà spostato al PalaCampiglio, mentre il centro stampa rimarrà alla Sala della Cultura.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.