Irene Curtoni nel parterre di Kitz

Irene Curtoni esulta per il successo di sua sorella Elena. La slalomista azzurra non era a Bansko, ma a Kitzbuehel a godersi il grande spettacolo della Streif. Ride e sorride in zona mista: «Che bello, sono davvero contenta – dice -. Ce l’aveva dentro questo successo, sapevo che prima o poi sarebbe arrivato. È tornata dov’era prima di farsi male». Anni difficili per Elena, ora cancellati dal primo trionfo in carriera nella discesa di Bansko, arrivato nel giorno di una strepitosa (e storica) tripletta italiana. 

«Tutto sommato è stato meglio perdere il podio per nove centesimi per poi vincere oggi (ieri, ndr) con 10 – aggiunge Irene -. Sono state tutte e tre brave e sono contentissima della tripletta». E sulle gare austriache dice: «Sono gare dallo spettacolo pazzesco, in Italia preparano meglio le piste, ma qui si vivono eventi incredibili, come il calcio da noi».