Inner cresce

Chiaramente un tredicesimo posto non è nulla per un campione. Ma questo piazzamento per Inner ha valore. Su una pista come la Saslong della Val Gardena dove non ha mai primeggiato, il tredicesimo posto (a nemmeno quattro decimi dal podio) ha il significato della ripresa, del miglioramento, del morale che cresce. Inner si è allenato tanto, non solo atleticamente. E’ arrivato alla prima gara in Val d’Isere con oltre sessanta giorni di training sulla neve. Tanta roba. E’ carico, pronto, fiducioso. Lo sci italiano ha ancora bisogno di Inner. Dei suoi podi, delle sue vittorie, delle sue medaglie, da accostare ad un’immagine già sfavillante e consolidata. La prossima gara è Santa Caterina Valfurva dopo Natale, dove Inner può fare la differenza, dal momento che  tecnica e coraggio contano più di ogni altra cosa. Forza Inner!!

Altre news

Zinal Coppa Europa, esordio Collini: «Ho lavorato sodo con il WRA per questo obiettivo»

Domani scatta la Coppa Europa maschile. Sulle nevi vallesi di Zinal un team italiano in cerca di gloria nel gigante che apre la stagione del circuito continentale. Al via Tommaso Saccardi e Simon Talacci della SuperB di Andrea Truddaiu e Max Blardone, quindi...

Paci risorge sulla Aloch: «Ho pensato di smettere, non l’ho fatto per la passione che mi anima»

FASSA LIVE - Risorge, si rialza, si rimette in moto. Prima colpito, affondato, spezzato. Tre operazioni al ginocchio durante la categoria Giovani, quattro se ci si mette anche quella da Allievo 2. Non ha mai praticamente gareggiato una stagione...

Prima prova della discesa di St.Moritz: best crono per l’austriaca Ager

Prima prova cronometrata della discesa di St.Moritz: best crono per l’austriaca Christina Ager, precedendo la slovena Ilka Stuhec di 48 centesimi e la compagna di squadra Nina Ortlieb di 63, quindi Michelle Gisin, quarta a 75 e Kajsa Lie...

Parte la Coppa Europa a Zinal: successo in gigante per l’austriaca Astner, ottava Ghisalberti

Giornata di sole a Zinal (almeno nella seconda manche) e così parte la Coppa Europa femminile. Un gigante con distacchi minimi: al termine della prima manche le prime dieci sono racchiuse in sette decimi, la top 15 in poco...