Incredibile Sofia, più veloce del vento

Il vento previsto è arrivato, inevitabile la decisione di abbassare la partenza. Tolta la parte più bella possiamo dire, quella che caratterizza un po’ la discesa di Cortina. Niente schuss iniziale, si parte dal Duca d’Aosta, là dove di solito si arriva già ad oltre 100 chilometri all’ora e invece adesso bisogna spingere. Una discesa un po’ diversa indubbiamente, da mezzo secondo in meno, resta la compattezza del manto nevoso, ancor più lucidato dalle raffiche mattutine.

Sofia Goggia ©Agence Zoom

Cambiano i fattori, ma il risultato non cambia. Sofia Goggia. Ancora lei davanti a tutte: aveva un po’ un conto in sospeso dopo i Mondiali dello scorso anno, ma Cortina ce l’ha nel cuore. Voleva il successo, dimenticando i recenti dolori della botta in terra austriaca. Veloce, anche più delle raffiche di vento, con linee lunghe, tra imbarcate e sci di traverso. Ma il suo sci era sempre veloce, sempre giù verso la massima pendenza. Non ha stravinto con chissà quale distacco, ma era normale in una discesa così corta (e con i suoi numeri), ma venti centesimi bastano e avanzano per superare Ramona Siebenhofer, con terza a 26 Ester Ledecka che forse sta iniziando a sentire il clima olimpico. Tutte vicine si diceva: quarta Corinne Suter a 33, quinta Mirjam Puchner a 37, poi Michelle Gisin a 44, Elisabeth Reisinger a 57, Ragnhild Mowinckel a 59, una piuttosto arrabbiata e polemica all’arrivo Lara Gut-Behrami a 68 e Kira Weidle a 81 a completare la top ten.

Federica Brignone ©Agence Zoom

E le altre azzurre? Partiamo con Federica Brignone. Logico che sia incavolata nera al traguardo, sentiva di poter lasciare il segno a Cortina, stava andando forte, attaccata a Sofia Goggia, poi un passaggio sul dosso con gli sci in volo in pratica a spazzaneve e un bastone in mezzo alle gambe (errore mio, ammette). Al traguardo paga 1.18 ed è oltre la quindicesima posizione; prima di lei Elena Curtoni e Nicol Delago quattordicesime con lo stesso tempo. Nadia Delago chiude nelle venti a 1.24, più lontane Francesca Marsaglia a 2.02 e Marta Bassino a 2.06, out Roberta Melesi.

Altre news

Sopralluogo della Fis a Sestriere

Sopralluogo estivo della Fis a Sestriere. Sono state due giornate di lavoro intense: sono stati esaminati nel dettaglio i vari aspetti organizzativi per arrivare preparati alle giornate di gare. Mancano poco più di cinque mesi all’appuntamento con la Coppa...

Val Gardena: via alla vendita dei biglietti

Via alla vendita dei biglietti per le gare di Coppa del Mondo della Val Gardena, che tornano come da tradizione a metà dicembre. Appuntamento per venerdì 16 e sabato 17 con superG e discesa del circuito maschile. Gli appassionati di...

Elezioni: il 23 luglio tocca a Liguria, Trentino e Alto Adige. Il 30 rinnovo per l’Asiva

Il quadriennio olimpico è finito, ma a differenza del passato cambiano le tempistiche per il rinnovo delle cariche. Le elezioni Fisi si svolgeranno in autunno, prima è tempo di tornata elettorale per comitati provinciali e regionali.  I primi ad andare...

Ambra Pomarè: «La nazionale, un sogno inaspettato»

Fra i nuovi innesti nella formazione azzurra giovanile guidata da Massimiliano Toniut e Gianluca Grigoletto c'è Ambra Pomarè. La 2004 di Cortina d'Ampezzo ha portato a termine una stagione davvero positiva. La veneta infatti si è aggiudicata il Gran Premio Italia...