In testa Janka, Blardone è quarto a due decimi

Indietro tutti gli altri azzurri, fuori dai giochi per le medaglie

Fino ad ora Carlo Janka era passato sui Giochi Olimpici senza lasciare traccia. L’ha fatto in questa prima manche del gigante, dove ha incontrato una pista perfettamente adatta alle sue caratteristiche, su neve dura, ma dal ‘grano’ grosso, non liscia e barrata. Due centesimi più veloce di Romed Baumann, un altro che su questo genere di pendii si esalta: non a caso l’anno scorso ha vinto il gigante sulla banchetta di Sestriere, piuttosto simile alla Murray di Whistler. E c’è anche Svindal, in terza posizione a sedici centesimi di ritardo. Al quarto posto? Un italiano, naturalmente, come ormai tendenza di questi Giochi. Però Max Blardone ha solo due decimi di ritardo dalla medaglia d’oro e una manche per scatenare rabbia e potenza sulla pista. Oltretutto sul tracciato dell’allenatore azzurro Matteo Guadagnini. Alle sue spalle sono ancora in corsa Hirscher, Raich, Richard e Ligety. Al lumicino, se non nulle, le speranze degli altri azzurri: Simoncelli è diciassettesimo a 1.25, ancora più indietro Ploner e Moelgg. Per entrambi la giornata più nera della stagione, nel giorno meno indicato.

Altre news

L’avventura di Lara Colturi in Cile raccontata da Daniela Ceccarelli

Lara Colturi è entra nel mondo dei grandi. Si, perchè il circuito Fis è tutto un altro pianeta, è lo sci che conta davvero, è un'altra storia rispetto alla categoria Children. E subito in Sudamerica le prime gare per...

Fisi: Stefano Maldifassi si candida alla presidenza. «Ho in mente una Federazione nuova»

«Pensare e vivere gli sport invernali». Questo lo slogan che chiude un breve video realizzato per annunciare la candidatura in Fisi di Stefano Maldifassi. È ingegnere biomeccanico, cinque volte campione italiano di skeleton e allenatore di quarto livello; Maldifassi...

A La Parva Colturi centra una doppietta in slalom; Tranchina secondo in gara-2

Doppietta in gigante la scorsa settimana, bis ieri e l'altro ieri in slalom. Lara Colturi ha fatto uno-due anche tra i rapid gates di La Parva, dove si sono svolte altre gare Fis. Possiamo dire che in quattro gare...

Marsaglia lotta ancora con entusiasmo: «Conta essere veloci, non l’età»

Matteo Marsaglia non molla, anzi, rilancia. Il romano di San Sicario, trentasette primavere a ottobre, è deciso più che mai per un'altra stagione in Coppa del Mondo. Reduce da un'annata davvero positiva, dove fra le varie prestazioni confortanti ha...