Il segreto di Innerhofer

C'è anche Martin Auracher dietro al successo di Beaver Creek

Christof Innerhofer si sta riposando dopo le fatiche nordamericane ed il trionfo nella discesa della ‘Birds of Prey’. ‘Inner’ ha vinto contro ogni previsione, e lui ha ringraziato così: «Grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato, a tutti i medici FISI e non, quindi lo staff tecnico».

AURACHER – Non solo Max Carca e gli allenatori FISI, non solo la Commissione medica, non solo Ales Kalamar, lo skiman Rossignol. C’è anche una figura che sta ancora curando quella maledetta schiena. E’ Martin Auracher e ci siamo messi in contatto con lui: «Christof è venuto a luglio al ‘Centro di Osteopatia’ di Schliersee, Baviera. Mi ricordo che la prima volta faceva fatica a camminare. Abbiamo fatto dieci trattamenti in tutto prima di Beaver Creek, un mix fra infilitrazioni e medicine naturali ed omeopatiche».

NON SOLO INNERHOFER – Auracher ha avuto in precedenza contatti profesionali con Maria Riesch, Reinfried Herbst, Manfred Pranger e Felix Neurether. Innehofer, prima di rientrare a Gais, è passato proprio da Martin per una nuova applicazione: la schiena insomma migliora, ma non è definitivamente a posto.

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...