Bene gli azzurri: Deville quarto, Moelgg settimo

Jean Baptiste Grange ricomincia da dove aveva terminato. L’anno scorso un podio a Levi, poi negli States l’infortunio che lo ha obbligato a saltare tutta la stagione, Giochi olimpici compresi. Adesso torna più forte di prima. Doma la Levi Black e conquista il settimo successo in Coppa del Mondo, sesto in slalom. Due manche sopraffine, il più veloce sul muro e sul filante, il giusto compromesso, il più regolare. Un grande ritorno insomma, davanti allo svedese Andre Myhrer, distanziato di 33 centesimi. Terzo il croato Ivica Kostelic, a 97. Fantastico quarto Cristian Deville: il fassano secondo dopo la prima manche, non sbaglia nulla nella seconda, ma forse è poco aggressivo. Tuttavia una gara eccezionale per l’azzurro: da agosto stava andando forte in allenamento, a Levi ha confermato il suo brillante stato di forma. Anche Manfred Moelgg è sembrato tonico: chiude settimo, scacciando i timori della vigilia. E Giuliano Razzoli? L’olimpionico è deragliato nella prima manche sbagliando l’interpretazione delle ‘figure’, ma stava andando davvero forte.