I velocisti svizzeri sospesi sulla slackline

A Leukerbader un allenamento un po' particolare...

0

Un allenamento decisamente particolare per la squadra svizzera. I velocisti, capitanati da Carlo Janka, viste le pessime condizioni meteo che impediscono di lavorare adeguatamente sulla neve, hanno deciso di dedicarsi alla slackline.

Nella gola di Leukerbader, comune del Canton Vallese con poco più di 1500 abitanti, gli elvetici si sono cimentati in questa nuova avventura, sospesi in aria e in bilico sulla slackline. «Grazie all’aiuto di una guida alpina possiamo provare queste cose, molto utili soprattutto per l’aspetto mentale – ha detto coach Jörg Red alla blick.ch -. Per ‘camminare’ venti metri sopra il canyon ci vuole coraggio e potrebbe essere importante anche per la nostra disciplina».
Articolo precedenteTitouan Clair fuori dal coma
Articolo successivoNuova Zelanda per Shiffrin e Mancuso
Andrea
REDATTORE - Dopo un trascorso da maestro di sci e allenatore, ha deciso di intraprendere un nuovo percorso nel giornalismo e nella comunicazione, unendo la passione per lo sport al lavoro. Dal 2013 collabora con la nostra rivista, occupandosi dapprima del mondo giovanile e di Reparto Corse, passando poi a seguire sul campo anche eventi di Coppa del Mondo, Campionati Mondiali e Coppa Europa. È giornalista e fotografo a tutto campo e porta avanti un'agenzia di comunicazione specializzata nello sport e negli eventi: ciclismo, mountain bike, sport invernali e trail le discipline più seguite.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.