«Sembrano degli uomini vecchi, nel vero senso della parola, ma non lo sono affatto». La battuta di Marcel Hirscher sulla potentissima federazione austriaca e sul rapporto abbastanza libero che si è instaurato con il suo team personale è stato uno dei momenti più interessanti del FIS Forum che si è tenuto a partire dalle 13,30 a Soelden. Marcel Hirscher si è detto convinto che i team personali saranno il futuro dello sci perché «questo sport è diventato molto più professionistico e hai bisogno di avere accanto qualcuno che ti segue anche in estate».

LA PARABOLA DI SCHALDMING –
«Sono stati giorni molto pesanti, la pressione di un Mondiale dietro l’angolo di casa era fortissima – ha detto Marcel a proposito di Schladming 2013 -. Però tre giorni prima dello slalom ho capito che non avevo alternative, dovevo dare il cento per cento, a tutto gas. Arrivare decimo non sarebbe servito a nulla. E un po’ come quando ti trovi davanti un muro invalicabile e dei cani ringhiosi che abbaiano e vogliono morderti, non hai alternative».

TED E GLI ALTRI – «Non so come va Ted Ligety, non so quanto sarà veloce in gigante domenica, io però ho sciato con i francesi in questi giorni e sono molto forti e non sono gli unici». Hirscher è tornato anche sullo slalom e sul valore del team: «è vero che l’anno scorso ho fatto 11 podi ma non sono una macchina, vado veloce come agli inizi, solo che allora facevo tanti errori e in slalom non puoi programmare quando sbaglierai. Credo che il segreto del successo stia tanto nel team, io posso lottare per il podio, ma se il set-up dello sci è sbagliato sarà dura. Devi fidarti, non so se quello che mi dicono è giusto, ma non puoi fare altro che fidarti e se hai un team professionale i risultati si vedono».

NON SOLO SCI –
Il moderatore gli ha chiesto se è difficile dovere sempre rispondere alle aspettative dei tifosi, come un attaccante che deve sempre fare gol. «Certo – ha riposto Hirscher – riesco a sopportare questa pressione perché nella vita non c’è solo lo sci, ma anche la mia famiglia, la mia fidanzata, gli altri sport che amo molto…». Un pensiero anche a Ligety, che ha dichiarato di essersi allenato duramente per migliorare in slalom: «Ted ci ha già fatto vedere che è capace di un podio in slalom». Il Marcel show è inziato!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.