Henrik Kristoffersen

La querelle era arrivata sino nelle aule del tribunale di Oslo: Henrik Kristoffersen voleva gareggiare in Coppa del Mondo con il logo del suo sponsor personale, la Red Bull, la federazione norvegese voleva che in pista usasse sul casco quello di tutto, la Telenor. In realtà non solo alle gare: in qualsiasi occasione ‘pubblica’ il norvegese doveva ‘usare’ il materiale della Nazionale, non quello ‘personale’.
Alla fine si è arrivati ad un compromesso, come ha ufficializzato la Norges Skiforbund stessa. La questione in realtà andava oltre la sponsorizzazione, c’era anche la volontà di Kristoffersen di allenarsi con un suo staff personale.
Il desiderio è stato accolto, anzi si può dire che sia un vero e proprio contratto tra le parti: Kristoffersen farà parte della Nazionale per i prossimi tre anni, potrà però, seguire un programma separato di allenamento, seguito dal padre-allenatore Lars nel periodo extra-gara, mentre durante la stagione agonistiche la federazione sosterrà anche le spese per un secondo tecnico Einar Witterveen. E soprattutto avrà la possibilità di mantenere il suo rapporto con Red Bull per le prossime tre stagioni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.