Matteo Guadagnini ©Fisi/Pentaphoto

Lo slalom femminile italiano da tempo è in difficoltà e da altrettanto tempo cerca il rilancio. Quest’anno a capo di questo gruppo di lavoro c’è Matteo Guadagnini, che ha condotto per tutta l’estate un team molto giovane, capitanato dalla veterana Irene Curtoni. Sabato il primo appuntamento della stagione: lo slalom di Levi aprirà le danze di questa disciplina. Sei le azzurre al via, con Irene Curtoni, Lara Della Mea, Martina Peterlini, Marta Rossetti, Roberta Midali e Anita Gulli. E si respira ottimismo in casa Italia: «Abbamo svolto una preparazione regolare, l’intento della Federazione è quello di lavorare sulle giovani per ricreare uno zoccolo duro – dice Guadagnini -. Un’operazione che richiede tempo e tanta fiducia, ma ci stiamo provando con entusiasmo ed energia. Abbiamo avuto i primi confronti con le altre nazioni proprio qui in Finlandia, ad esempio con le svizzere, e i riscontri sono stati positivi. Secondo me uno step in avanti è stato fatto, tutte le ragazze sono in grado di puntare alla qualificazione per la seconda manche sin da Levi, anche se la pista non è certamente la migliore per le nostre caratteristiche, ma non dovrà più essere una scusa»

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.