Il veneto è anche il primo Aspirante. Sul podio Squassino e Moschini

Passo Furcia, comprensorio sciistico altoatesino di Plan de Corones: dopo il gigante di ieri, oggi è andato in scena lo slalom valido per il Gran Premio Italia maschile. La vittoria è andata al Veneto dello Ski College Falcade Pietro Canzio con il tempo di 1.56.26. Canzio è anche il primo Aspirante. Al secondo posto per uno dei punti di forza del Comitato AOC Andrea Squassino (+ 1.66) sull’atleta delle Alpi Centrali Lorenzo Moschini (+ 2.01), portacolori dello sci club Collio. Nella top ten, in ordine, Damian Hofer (Alto Adige), secondo Aspirante, Damian Hell (Alto Adige), Francesco Gori (Alpi Centrali), Michael Tedde (ASIVA), terzo aspirante, Diego Cappadozzi (Alto Adige), Giacomo Scaglione (aggregato AOC) e Matteo Vaghi (ASIVA).

PAROLA A SCHENAL – Andrea Schenal, storico allenatore del Comitato veneto, non nasconde la soddisfazione: «un Aspirante che vince con oltre un secondo e mezzo di vantaggio sul secondo è sicuramente un grande risultato, anzi è tanta roba perché anche nella prima manche il vantaggio era cospicuo. Tecnicamente Pietro è molto valido e ha dimostrato di avere testa nella gestione della prima manche, avanti così».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.