Sofia Goggia ©Atomic/Gepa Pictures

Tre prove, tre volte davanti. Sofia Goggia – due volte prima nei training – era la favorita a Crans-Montana e non ha sbagliato. La bergamasca ha vinto la discesa elvetica, caratterizzata da problemi di cronometraggio che hanno interrotto più volte la gara. È il primo successo stagionale per Goggia, rientrata poco meno di un mese fa dopo l’infortunio che l’ha tenuta lontana dalle gare per tutta la prima parte di stagione. Vittoria a mani basse, una buona progressione e un tratto finale davvero impeccabile. Ha vinto in 1’29″77, precedendo di 49/100 Joana Haehlen, su cui si alza una nube di dubbi per un cronometraggio che lascia perplessi. Sul traguardo il tempo non si è fermato, poi è stata inserita lì, davanti a Lara Gut-Behrami.

SETTIMA BRIGNONE – Buona discesa per Federica Brignone che chiude settima a 78/100 dalla compagna di squadra. Si è difesa nel tratto in piano per poi perdere molto nel penultimo settore e recuperare invece parecchio nelle ultime curve. Un buon segnale in vista della combinata. Subito dietro, in ottava posizione, Nadia Fanchini staccata di 83/100. Dodicesima Nicol Delago, fuori Francesca Marsaglia, ferma a lungo in partenza per i soccorsi a Gauthier. Marta Bassino è a 2″21 da Goggia e chiude in ventesima posizione, Elena Curtoni, a oltre due secondi e mezzo, termina 25a. Nadia Delago, la sorella di Nicol, conclude 35a. Fuori Francesca Marsaglia. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.