Goggia la più veloce nell’ultima prova di Zauchensee

Domani a Zauchensee si torna a gareggiare in discesa e, ancora una volta, la grande favorita sarà colei che indossa il pettorale rosso. L’azzurra Sofia Goggia non fa troppi calcoli neppure negli allenamenti ufficiali ed è sempre davanti. Oggi ha fatto segnare il miglior tempo, tre centesimi meglio della ceca Ester Ledecka. Lara Gut-Behrami si fa vedere con il terzo rilevamento cronometrico, ma già a sette decimi. 

Va forte Nadia Delago, che chiude quarta a sette centesimi dall’elvetica e si candida a essere una delle protagoniste insieme alla sorella Nicol – oggi ottava a 1”28 – che qui è già salita sul podio nel 2020, seconda alle spalle di Corinne Suter. E proprio a proposito di Suter si attende un segnale: manca sul podio da diverse gare e oggi ha fatto registrare il decimo tempo. La rientrante Federica Brignone è dodicesima, poi ventiseiesima Elena Curtoni, 32a Francesca Marsaglia, 43a Roberta Melesi e 47a Karoline Pichler. 

In entrambi gli allenamenti non è partita l’americana Breezy Johnson che quindi da regolamento non potrà neppure partecipare alla gara, anche se a Wengen c’è appena stato un precedente che fa già tanto discutere e che coinvolge Vincent Kriechmayer. Anche se i casi sono diversi: l’americana soffre di un dolore al ginocchio e volutamente non è partita nei training, l’austriaco si porta dietro strascichi e problemi dopo un tampone positivo che lo hanno tenuto lontano dalle prove ufficiali.

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...